Pallavolo

Volley, VolAlto Caserta: società punto e a capo

La società di volley femminile VolAlto Caserta si trova a dover ricominciare dopo un girone di andata che ha portato la penultima posizione. Via 5 atlete, allenatore e staff.

È il 22 dicembre quando la società di volley VolAlto Caserta annuncia tramite comunicato stampa una rivoluzione imminente nei riguardi di atlete e staff. Una situazione amara condita anche dal malcontento dei tifosi che nelle ultime partite hanno dato contro alla formazione campana e alla classe dirigenziale.

Volley, VolAlto Caserta
Le atlete esultano contro Conegliano – Photo Credit: VolAlto

Boxing Day: sconfitta e saluto alle atlete

Dopo la sconfitta casalinga contro Cuneo, il presidente della VolAlto, Nicola Turco, taglia con cinque giocatrici (Bechis, Cruz, Alhassan, Gray e Holzer) e con il tecnico Giuseppe Cuccarini. Queste le parole della palleggiatrice Marta Bechis:

“Siamo state professionali fino in fondo, abbiamo la coscienza pulita. Al 2020 chiedo serenità dopo settimane difficili e magari un po’ di lucidità nelle scelte future. La pallavolo è bella, perché è uno sport pulito, comunque sia andata.”

Il punto della situazione

Turco vuole il roster rinnovato entro il prossimo 3 gennaio; cinque le giocatrici da prendere secondo la regola del due più uno che non abbia mai giocato in Italia. Ad oggi la Serie C della società manderebbe due atlete in A1, mentre le tre mancanti dovrebbero arrivare dal mercato.

Volley, VolAlto Caserta
VolAlto Caserta – Photo Credit: VolAlto

La situazione non si presenta facile anche per le accuse e le voci diffuse di mancati pagamenti da parte della società. Gli stessi procuratori dichiarano che dare credito alla VolAlto Caserta è momentaneamente impossibile viste le circostanze che si sono create. Turco glissa il discorso riferendosi a tali accuse come chiacchiere mentre Mauro Fabris, presidente della Lega, risponde così in un’intervista a Radio Sportiva:

“Continueremo a vigilare perché ai tesserati vengano pagati i contratti come dovuto e perché il campionato risulti regolare. […] La battaglia della Lega per il doping amministrativo resta un punto che non abbiamo intenzione di cambiare.”

In attesa del “mercato-lampo”, questa la situazione che rimane delineata a metà in quanto, al momento, la formazione campana dispone di sole sei atlete rispetto alle undici con le quali si era presentata nell’ultima partita affrontata. Sarà quindi una lotta contro il tempo e contro le voci di un possibile ritiro della società quella che Turco dovrà affrontare nei prossimi giorni.

Articolo a cura di Chiara Zambelli

Seguici anche sulla nostra pagina Facebook e sulla nostra pagina Twitter!

Back to top button