Motomondiale

Yamaha, i dati non tornano: il motore è un punto interrogativo

È stato un anno difficile per la Yamaha. Il team giapponese, in poco tempo, si è visto sottrarre gli scettri di campione del mondo dalla Ducati in MotoGP (vittoria di Francesco Bagnaia) e Superbike (affermazione di Alvaro Bautista). L’anno di transizione, mai digerito concretamente dai piloti della Casa di Iwata, sembra non conoscere fine: durante i test post stagionali andati in scena a Valencia, i bolidi blu scuro hanno evidenziato un problema serio di potenza ai motori. Cosa sta succedendo? Massimo Meregalli, direttore del team, si è sbottonato.

Le dichiarazioni di Massimo Meregalli di Yamaha sulla problematica del motore

(Credit foto – Yamaha Motor Australia pagina Facebook)

Stiamo valutando i dati per capire bene la situazione – ha detto il manager italiano Massimo Meregalli ai microfoni di MotoGP.com –. Qualcosa deve essere andato storto, quando Cal Crutchlow ha provato a Jerez la situazione sembrava decisamente differente. Purtroppo un giorno non basta per controllare tutti i dati. Abbiamo avuto un programma intenso distribuito nell’arco della giornata e ci siamo dovuti dedicare anche all’aerodinamica e alla ciclistica della moto. Purtroppo un giorno non basta per controllare tutti i dati. Abbiamo avuto un programma intenso distribuito nell’arco della giornata e ci siamo dovuti dedicare anche all’aerodinamica e alla ciclistica della moto“.

(Credit foto – Yamaha Motor Australia pagina Facebook)

Seguici su Google News

Back to top button