SBK

Yamaha, la nuova stagione di Superbike si affaccia positivamente

La vecchia stagione non è stata positiva per la Yamaha che ha perso entrambi gli allori di categoria in MotoGP e Superbike. La nuova annata dovrà essere, di conseguenza, migliore della passata riproponendo Fabio Quartararo e Toprak Razgatlioglu come leader assoluti del mondo delle due ruote. In SBK sono andati in scena, nei giorni scorsi, i test di Jerez e le sensazioni per la Casa giapponese sono state più che positive.

Yamaha, le parole dei protagonisti dopo i test di Jerez

Yamaha, la nuova stagione di Superbike si affaccia positivamente
(Credit foto – pagina Facebook Everything Moto Racing)

A Jerez c’è stata un po’ troppa pioggia, sarebbe stato bello se fosse stato più asciutto ma per me è stato anche divertente – ha detto un concentratissimo Toprak Razgatlioglu . Nell’ultima parte di stagione abbiamo compiuto dei progressi sul bagnato e abbiamo potuto vederlo in questo test a Jerez dove sono stato molto più a mio agio sul bagnato. Siamo migliorati, questo è un bel modo per chiudere la stagione e quindi ne sono davvero molto contento“.

Tanto materiale e sviluppi che Yamaha aveva bisogno di valutare e su cui prendere delle decisioni per la stagione 2023 – ha detto il team manager Paul Denning . Nonostante le condizioni di bagnato non ci abbiano permesso di valutarle nella loro totalità, abbiamo accumulato dei chilometri molto utili e tratto alcune indicazioni interessanti sia in termini di hardware, con il principale obiettivo legato alla ricerca di un maggior grip al posteriore che in termini di accelerazione, setting elettronici ed evoluzione della piattaforma software. Un aspetto molto positivo è stata la conferma dello sviluppo di Toprak in termini di velocità in condizioni di bagnato. In passato è stato il suo punto debole, ma nel corso degli ultimi due anni è migliorato tanto e la prima giornata di test lo ha riconfermato. Ha completato tanti giri e in ogni giro ha avuto un ottimo passo ed è stato considerevolmente più veloce rispetto agli altri piloti che hanno preso parte al test“.

Le parole di Locatelli

Abbiamo provato alcune parti nuove e provato a compararle a quelle vecchie per capire, sul bagnato, se possano fare al caso nostro – ha detto Andrea Locatelli . In generale ritengo che l’ultima giornata di test sia stata positiva. Abbiamo capito delle cose in più e siamo veloci. In generale abbiamo tanti dati da analizzare nel corso dell’inverno, anche se legati al bagnato. Alla fine non sono del tutto contento dato che abbiamo girato solo in condizioni di bagnato e non siamo riusciti a fare niente sull’asciutto. Per i ragazzi è importante avere tanti dati da analizzare. Girare sul bagnato va bene in ottica futura. Ho riportato una piccola caduta ma con la pioggia è normale. A volte capita“.

(Credit foto – pagina Facebook Everything Moto Racing)

Seguici su Google News

Back to top button