Esteri

Accordo sul grano tra Russia e Ucraina, arriva la svolta

Russia e Ucraina raggiungono e firmano un accordo sul grano. L’accordo prevede vari corridoi nel Mar Nero per l’esportazione di cereali dai porti dell’Ucraina.

L’accordo sull’esportazione, di fondamentale importanza per la sicurezza alimentare globale, sarà firmato a Istanbul sotto gli auspici del presidente Erdogan e del segretario generale dell’Onu Guterres insieme alle delegazioni ucraina e russa“. Lo ha dichiarato il portavoce del leader turco Ibrahim Kalin.

È la prima intesa tra Mosca e Kiev dall’inizio della guerra il 24 febbraio. Dmitri Medvedev sostiene che “come risultato di tutto quello che sta accadendo, l’Ucraina potrebbe perdere ciò che rimane della sua sovranità statale e scomparire dalla mappa del mondo”.

L’Ue conferma altri 500 milioni di aiuti militari a Kiev. Gli Usa accolgono positivamente, qualsiasi intesa che liberi il grano ucraino. Secondo alcune fonti, circa 25 milioni di tonnellate di grano e altri cereali sono bloccate nei porti ucraini.

Svolta del grano per l’Ucraina

putin occidente ucraina

L’accordo rappresenta un passo doppiamente importante: oltre che essere una prima intesa dalla guerra dall’altro lato consentirà di alleviare la crisi alimentare che minaccia molti stati dell’Africa e del Medio Oriente. La «guerra del grano» stava appunto causando ripercussioni nelle aree più deboli del pianeta.

Seguici su Google News

Sara Mellino

Back to top button