Cronaca

Guerra in Ucraina: bombardamento a Chasiv Yar, 33 le vittime

Il bilancio delle vittime del bombardamento di Chasiv Yar, nel Donbass continua notevolmente a salire. Sono arrivate a 33 e tra i deceduti c’è anche un bambino di 9 anni.

I soccorritori in Ucraina, nella speranza di trovare qualche sopravvissuto, hanno continuato a lavorare tra le macerie ma ormai è tutto inutile. Kyrylenko è il governatore della regione di Donetsk. La città Chasiv Yar fa parte di questa regione, Kyrylenko ha riferito che la città di circa 12mila abitanti è stata colpita da razzi Uragan, lanciati da sistemi trasportati da camion.

Inizialmente i soccorritori sono riusciti a parlare con almeno tre persone intrappolate sotto le macerie per riuscire a trovare un modo per portarle in salvo. Questa città insieme al Luhansk compongo la regione di Donetsk, il Donbass. Quest’ultimo è uno dei principali obiettivi delle forze russe.

La Russia ha ripetutamente affermato che durante la guerra sta colpendo solo obiettivi di valore militare ma in ogni caso a pagare sono ogni volta i civili.

Chasiv Yar nel Donbass

Il bombardamento è stato definito da Yermak, capo di stato maggiore del presidente dell’Ucraina: “un altro attacco terroristico”. Numerose sono le immagini che mostrano ciò che rimane dei palazzi bombardati.

I soccorritori sono ancora alla ricerca di una bambina scomparsa sotto le macerie ma che probabilmente sarà ormai deceduta. Le vittime sono salite a 33 ma le operazioni di ricerca continuano perché non è escluso il ritrovamenti di altre persone e quindi la crescita del bilancio dei deceduti.

Seguici su Google News

Sara Mellino

Back to top button