Cinema

“Amico stammi lontano almeno un palmo” stasera in tv su Cine34

La commedia western all’italiana in cui sono protagonisti il giovane Ben (Giuliano Gemma) e un suo vecchio complice di nome Charlie (George Eastman). Stasera in tv “Amico, stammi lontano almeno un palmo” su Cine34, film diretto da Michele Lupo e uscito nel 1972.

Il regista siciliano, scomparso 33 anni fa all’età di 57 anni, passa alla regia di pellicole poliziesche e western nel 1967, dopo aver intrapreso il mestiere di aiuto regista tra gli anni Cinquanta e Sessanta con il film “Totò, Peppino e la… malafemmina”. Nella sua carriera realizza più di cinquanta film, pur non avendo frequentato una scuola cinematografica. Lavora con Giuliano Gemma anche per il film western “Arizona Colt” e quello d’avventura “Africa Express”.

“Amico, stammi lontano almeno un palmo”: trama e dettagli

Appena uscito di prigione, Ben rincontra il vecchio compare avventuriero Charlie, che si guadagna da vivere barando al gioco. I due decidono di mettersi in società per cercare fortuna, ma presto cominciano i guai. Inizialmente la pellicola sembra avere un classico tono di commedia, ma successivamente inizia a cambiar registro, diventando più riflessiva e violenta. Colpisce il finale spiazzante, poiché il film si presenta con una storia lineare e di facile comprensione.

A firmarne la colonna sonora è Gianni Ferrio, compositore e direttore d’orchestra vicentino scomparso nel 2013; nella sua carriera ha composto circa 120 colonne sonore e lavorato per il cinema dal 1959 al 1998, senza mai abbandonare la collaborazione con cantanti dal calibro di Mina, Fred Bongusto, Raffaella Carrà.

“Amico, stammi lontano almeno un palmo”: protagonisti e location

Non sono Bud Spencer e Terence Hill, ma la coppia Giuliano Gemma e George Eastman funziona. I due trentenni protagonisti del film sono affiancati dall’attore e doppiatore Vittorio Congia, Luciano Catenacci nei panni di Kurt Van Niessen, Remo Capitani nel ruolo di Charro e Giacomo Rossi Stuart (padre di Kim), che interpreta l’agente Hawkins. Unica donna tra i protagonisti è Marisa Mell nei panni di Sara.

Tra le location del film spiccano le Cascate del Monte Gelato situate a Mazzano Romano (RM) e appartenenti al Parco Valle del Treja. Lì è stata girata la scena tra Ben e Charlie, in cui quest’ultimo minaccia il suo compare con una pistola, per poi andar via in sella ad un cavallo. Tantissimi sono stati i film girati in prossimità delle cascate e del mulino, che si trovano su un lato del fiume Treia; hanno fatto da sfondo a pellicole western, di avventura e di ambientazioni esotiche.

Flavia Carrogu

Seguici su

Facebook, Instagram, Metrò

Back to top button