Cultura

Arriva Spare: ecco i dettagli dell’atteso libro del principe Harry

L’attesa è finita, Spareautobiografia del principe Harry, arriva a mezzanotte tra il 9 e il 10 gennaio. Parliamo di un libro che si attende da mesi, dopo l’altrettanto discusso documentario NetflixHarry e Meghan.

Libro attesissimo di cui da giorni si parla sui social e sui media di mezzo mondo. In Spare – Il minore, sono raccontate le più intime verità di Harry.

Spare: il significato del titolo

Spare, il principe Harry -Photo Credits:askanews.it
Spare, il principe Harry -Photo Credits:askanews.it

Come è spiegato in una nota del libro:

 «Spare, letteralmente “ruota di scorta”, “riserva”, richiama il modo di dire inglese riferito alle dinastie regnanti“An Heir and a Spare” (un erede e una riserva), e in questo caso indica quindi il fratello minore dell’erede designato al trono».

Carlo, quando i due figli erano piccoli, avrebbe detto a Diana: “Meraviglioso. Mi hai dato un erede e un ricambio, hai fatto il tuo lavoro. Nelle 540 pagine traspare infatti tutto il risentimento del secondogenito, che non si è mai sentito al centro.

La struttura del libro

Spare, arriva in Italia per Mondadori. Scritto con l’aiuto di J.R. Moehringerghost writer di culto, e tradotto da Sara Crimi, Manuela Faimali, Valeria Gorla e Laura Tasso.. Il nome del noto ghost writernon appare in copertina.

«Dal profondo della notte che mi avvolge», «Sanguinante ma indomito» e «Capitano della mia anima», sono i titoli delle tre parti che compongono il libro, con racconti di estrema sincerità. Nel libro la dedica: «Per Meg e Archie e Lili… e, ovviamente, per mia madre». Inoltre l’esergo è di William Faulkner: «Il passato non muore mai. Non è nemmeno passato».

Le curiosità su Spare

Nel libro, si racconta di un’aggressione fisica da parte del fratello maggiore William nei confronti di Harry, avvenuta a Nottingham Cottage. Il motivo della lite fu Meghan. Il futuro re spinse il fratello minore a terra, ferendolo alla schiena. Harry ricorda la freddezza e il gelido senso dell’umorismo del nonno, il principe Filippo, ed il legame intimo e speciale che invece lo legava alla nonna Elisabetta.

Harry parla anche della relazione con la conduttrice televisiva Caroline Flack, morta nel 2020. Nel libro viene raccontato anche un aneddoto secondo cui Harry avrebbe ucciso 25 «pedine» in Afghanistan:

«Mentre ero in mezzo al calore e alla nebbia del combattimento non pensavo a quei venticinque come a persone. Non puoi uccidere qualcuno se lo consideri una persona».

Il principe parla anche del suo rapporto con le droghe. Rivela di aver preso per la prima volta cocaina all’età di 17 anni. Avrebbe anche fumato cannabis e provato funghetti psichedelici.

Mariapaola Trombetta

Seguici su Google News

Back to top button