Attualità

Bill Gates, il metaverso sarà la nuova frontiera del lavoro

Gli ultimi due anni di pandemia hanno portato numerosi cambiamenti nelle nostre vite. Non solo la socialità in sé, ma anche il mondo del lavoro è stato completamente rivoluzionato. Meeting on line, smart-working e DAD hanno stravolto le relazioni interpersonali e il modo in cui queste venivano vissute. Eppure non è tutto, perché secondo Bill Gates il “meglio” deve ancora arrivare. Stando alle parole del magnate americano, infatti, in un futuro non troppo lontano la “vita da remoto” potrà fare affidamento sul metaverso.

“Tra tre anni riunioni di lavoro in metaverso”, parola di Bill Gates

Ci siamo dovuti adattare ad una nuova normalità” ha dichiarato Gates tramite il suo blog personale il 7 dicembre scorso. E a pensarci bene, non gli si potrebbe dar torto. In questo periodo difficile, l’essere “connessi” è risultato di vitale importanza e le piattaforme virtuali sono diventate (ancor di più) elementi imprescindibili della nostra quotidianità. Ed è proprio per questo che il fondatore di Microsoft ritiene sia necessario sfruttare maggiormente quelle stesse risorse tecnologiche che, ad oggi, sono così indispensabili.

Nel corso di una lunga riflessione sulla situazione che, ormai, accomuna tutti i cittadini del pianeta, l’imprenditore si è soffermato sulle migliorie che si potrebbero apportare all’attuale stato delle cose, sulla base dei passati lockdown e in previsione di quelli futuri. In particolare, e relativamente alla sfera lavorativa, ha suggerito che tra tre anni le riunioni aziendali potrebbero svolgersi nel metaverso, uno spazio 3D con avatar digitali. A tal proposito, scrive:

L’idea è quella di usare il proprio avatar per incontrare altre persone in uno spazio virtuale che replichi la sensazione di condividere la stessa stanza. A tale scopo, occorre un visore VR e guanti per il motion capture, al fine di riprodurre in modo preciso le espressioni, il linguaggio del corpo e le proprietà vocali“.

Nonostante le innovazioni proliferino a vista d’occhio, non è certo che un tale progetto possa realizzarsi nell’arco di un semplice triennio. Ma chissà, magari Gates riuscirà a stupirci persino questa volta!

Scritto da Diego Lanuto.

Per rimanere aggiornato sulle ultime news, seguici su: Facebook, Instagram e Twitter.

Back to top button