Attualità

Carri armati a Palermo, imbarcati verso la Sardegna

Una delle delle notizie che sta rimbalzando ultimamente sul web sono i carri armati in giro per il nostro paese, oltre al coronavirus che ha letteralmente mess in ginocchio l’Italia e a breve anche la Spagna. Ieri sera Trump ha dichiarato emergenza nazionale. Le domande che sorgono spontanee: perché? Dove vanno? Cosa fanno? Qualche giorno fa sono passati per Pescara e subito dopo sono stati avvistati a Palermo.

I carri armati per la Defende Europe 20

Tutto questo e’ iniziato per il programma Defende Europe 20, che qualche giorno fa ha visto atterarre in Europa ben oltre 20mila soldati statunitensi, subito dopo l’operazione e’ stata ridimensionata a causa di un generale sospetto positivo al coronavirus.

Oggi la situazione preoccupa ancora l’Italia, in realtà stiamo parlando della più grande esercitazione degli ultimi 25 anni in Europa che la Nato sta preparando. Si tratta di Defender 2020 e come abbiamo già avuto modo di vedere, si tratta di una delle più grandi esercitazioni di tutti i tempi e non è affatto segreta visto che viene spiegata all’interno del sito Eur.army.mil dove gli viene dedicata una intera sezione.

Il dato più rilevante di quest’operazione è che l’America si sta addestrando a trasportare massicci contingenti sull’altra sponda dell’Atlantico. Non è un’operazione banale: da sempre la logistica è uno dei crucci bellici principali. Anche nel fatato mondo della globalizzazione, in cui tutto sembra subito disponibile.

Carri armati a Palermo? Niente che riguarda il coronavirus, ma si tratta di un trasporto, i carri armati stanno andando al porto di Palermo per imbarcarsi in Sardegna per un’ esercitazione.

Defender Europe 20, cosa c’entra con il coronavirus?

Defender Europe 20 si svolgerà nei prossimi mesi in sei nazioni europee – Belgio, Paesi Bassi, Germania, Polonia, Lituania, Lettonia ed Estonia – dove sono stati segnalati casi di Covid-19. Come se non bastasse, le truppe statunitensi provengono da Stati dove sono stati riportati casi di ammalati da Coronavirus.
Sono tante le idee complottiste che girano negli ultimi giorni, sulla grande coincidenza tra i soldati americani che sono atterrati in Europa ed il coronavirus che si espande come una grande macchia d’olio su tutto il territorio europeo. E’ una coincidenza o e’ stato studiato tutto a tavolino? No, il coronavirus non c’entra!

Back to top button