Esteri

Covid: 76 mila casi, in Germania è record di contagi

In un solo giorno il Koch Institute ha registrato 75.961 contagiati. Peggiora anche l’incidenza settimanale, arrivata a 419,7. Così la Germania supera i 100mila morti di Covid.

Non si arresta la nuova ondata di Covid

La situazione in Germania continua a peggiorare e sarà questo il primo problema da affrontare per il nuovo governo tedesco che si insedierà a dicembre.
Nelle ultime 24 ore si è sfiorato il numero di 76 mila casi come è stato reso noto dall’Autorità Sanitaria Federale (Rki). È stato rivelato che dall’inizio della pandemia le vittime di Covid sono 100.119, con 351 morti che si contano in un solo giorno.

Questo quadro drammatico si ripropone un po’ in tutta Europa, che sembra essere l’epicentro della quarta ondata di Coronavirus.
Su Twitter Hans Kluge direttore dell’Organizzazione mondiale della sanità per la regione Europea commenta così: “È molto grave. Ci attende un inverno impegnativo.”

Ciò che preoccupa maggiormente è la crescita dei ricoveri in terapia intensiva, in forte aumento anche in Germania, e i decessi totali che hanno superato la soglia di 1,5 milioni in tutta Europa.
Nonostante questi dati possano sembrare scoraggianti, è stato ampiamente dimostrato che più è alto il tasso di vaccinazioni, più bassa è la mortalità.
A sostegno di questo, il 23 novembre, la Commissione Europea ha pubblicato sul suo profilo Twitter i dati raccolti dal Centro Europea per la prevenzione e controllo delle malattie (Ecdc). Nella tabella esposta, vengono messi a confronto le percentuali di vaccinati sulla popolazione totale, di ogni Stato membro, e il numero di morti per milione di abitanti nel periodo degli ultimi 14 giorni.

Ogni Paese sta, quindi, decidendo le nuove restrizioni e le modalità per cercare di far vaccinare il totale della popolazione. Oltre all’Austria, altri valutano l’opzione dell’obbligo vaccinale, l’Olanda torna a imporre il distanziamento sociale di almeno 1,5 metri, e in Italia molte città vorrebbero reintrodurre le mascherine all’aperto per cercare di contenere la nuova ondata di contagi.

Intanto ieri, sempre in Italia, il Consiglio dei Ministri ha approvato all’unanimità un decreto che sancisce delle restrizioni per le persone non vaccinate. Introdurrà un Super Green pass ottenibile solo con due dosi di vaccino, e necessario per entrare in bar, cinema, teatri, ristoranti.

Seguici su Metropolitan Magazine:

Adv
Adv
Adv
Back to top button