Il caso doping di Andrea Iannone sembra complicarsi ogni giorno di più. Il pilota di Vasto del team Aprilia Racing sembra essere sempre più lontano da un possibile ritorno sulle piste del Mondiale MotoGP. Già, perché l’organizzazione mondiale anti doping (WADA) ha chiesto per lui una pena di addirittura 4 anni. Se fosse confermata, sarebbe presumibilmente la fine della carriera del trentenne italiano.

Le tappe del caso doping di Andrea Iannone

The Maniac era stato trovato positivo al drostanolone nel corso del GP della Malesia del 2019. Con questa accusa, Andrea si sottopose a vari esami clinici (tra cui quello del capello) dimostrando che l’assunzione era avvenuta accidentalmente mangiando della carne nel corso della trasferta sopra citata. Nonostante ciò, lo scorso 31 Marzo, la Corte disciplinare Internazionale della FIM aveva deciso per una squalifica di 18 mesi.

doping Andrea Iannone
Andrea Iannone non sale in sella all’Aprilia dal test di Valencia di fine 2019 – Photo credit: motogp.com

Insieme al suo avvocato Antonio De Rensis aveva presentato ricorso al TAS per annullare la pena. Allo stesso tempo anche la WADA è ricorsa in appello, chiedendo che la pena sia aumentata da 18 mesi a ben 4 anni. Tutto è reso pubblico da una nota della Corte di arbitrato per lo Sport che recita:

doping Andrea Iannone
La nota del CAS sul caso doping di Andrea Iannone – Photo credit: tas.cas.org

I candidati all’eventuale posto di Andrea Iannone

Non essendo ancora definita una data per l’udienza, viene difficile pensare che questa arrivi prima dell’inizio della stagione 2020 il 19 Luglio sul circuito di Jerez. Quindi è praticamente impossibile rivedere il pilota di Vasto in sella alla nuova RS-GP 2020 nel corso di questa stagione. Se la pena fosse confermata, Aprilia dovrebbe ingaggiare un nuovo pilota. I maggiori candidati a questa eventuale sella sarebbero Danilo Petrucci e Cal Crutchlow.

Danilo Petrucci, Cal Crutchlow
L’italiano e l’inglese sono i due piloti più papabili ad un eventuale sostituzione di Andrea Iannone – Photo credit: motogp.com

Il primo è ormai fuori dal progetto Ducati per il 2021 tanto che Jack Miller ha già firmato il contratto con la casa ufficiale e si attende solo il probabile rinnovo di Dovizioso. Per Danilo quindi sarebbe una buona opportunità approdare a Noale con cui aveva avuto contatti già nelle passate stagioni. Per lui è aperta anche l’ipotesi KTM in sostituzione di Pol Espargarò, diretto in HRC. L’inglese invece sembra già fuori da Honda per il 2021, dato che al suo posto arriverebbe proprio Alex Marquez, dirottato senza preavviso nel team LCR proprio per fare posto a Pol Espargarò.

SEGUICI SU :

© RIPRODUZIONE RISERVATA