Calcio

Ternana, ora è crisi profonda: Gallo a rischio

Domenica è arrivata la sconfitta per 2-0 contro l’Avellino: per la Ternana è crisi profonda. E mister Gallo rischia di perdere il posto da allenatore delle fere

Avellino-Ternana, 8^ di fila in campionato senza vittoria

Contro l’Avellino è arrivata la 7^ sconfitta stagionale. La dura legge dell’ex ha “colpito” al Partenio di Avellino la Ternana, che ha perso 2-0 contro i campani con goal di Albadoro e Di Paolantonio. Le fere non guadagnano nemmeno un punto e tornano a casa con molti interrogativi e consapevoli della crisi di risultati che stanno vivendo. La squadra di Gallo ha provato a pareggiare sino all’ultimo il goal al 12′ di Albadoro. Infatti, soprattutto il secondo tempo per i campani è stato di sofferenza. Ma all’87’ Ferretti subisce fallo in area da Paghera e l’arbitro fischia calcio di rigore. I due ex mettono ancora più alle corde la Ternana, mentre per l’Avellino la salvezza è sempre più sicura.

E intanto è arrivata nella serata di ieri l’ufficialità: il campionato si ferma fino almeno al 3 aprile per l’emergenza coronavirus. Saranno da rimandare, dunque, le prossime gare, a partire da TernanaVibonese.

La crisi

La sconfitta di Avellino certifica una crisi ormai sotto gli occhi di tutti. Molti si erano già domandati se l’esonero di Gallo non fosse inevitabile già nelle scorse giornate. Ora però sembra ancora più vicino. La Ternana non vince in campionato dal recupero della 20^ giornata contro il Rieti per 3-0. Troppo poco per società e tifosi. Da quel 22 gennaio, l’ultima giornata di Serie C da 3 punti, le fere hanno giocato 8 partite, guadagnando solamente 5 punti – contro Bisceglie, Bari, Catania, Sicula Leonzio e Monopoli – mentre 3 sconfitte sono arrivate contro Reggina, Francavilla e, appunto, Avellino. La squadra ha avuto una brutta involuzione e ora si attendono conseguenze, in primis sul mister.

Di positivo c’è la Coppa Italia di Serie C. La squadra di Terni ha vinto contro il Catania 2-0 il 29 gennaio e pareggiato 0-0 sempre contro gli elefantini il 13 febbraio. In questo modo si è assicurata un posto in finale.

Le parole di Bandecchi. Gallo rischia il posto

Il patron rossoverde ha parlato, tramite Instagram, dei suoi giocatori. Il presidente Stefano Bandecchi ha però parlato anche di mister Gallo (da calciofere.it):

“Si sta lavorando sui problemi della Ternana. E i problemi, non sono solo quelli di una squadra che non tira in porta. C’è qualcos’altro che stride. Io oggi ci ho pensato e ho lavorato tutto il giorno su cosa deve fare la Ternana, parlando con il signor Leone, che non è vero che si dimetterà e, comunque, non lo farà se io non accetterò le sue dimissioni. Oggi, nemmeno ci pensa a farlo, perché mi farebbe innervosire. La stessa cosa ho fatto con mister Fabio Gallo. Con lui ho parlato molto, facendogli presenti tutti i suoi difetti, tutti i suoi errori e tutte le cose che secondo me in quest’ ultimo periodo ha sbagliato. Ho invitato entrambi a una analisi. Un’analisi che mi deve convincere. Perché io sto decidendo”

Il presidente ha poi continuato (da calciofere.it):

“Se qualcuno pensa che non so decidere, si sbaglia. Forse non prenderò la decisione che a lui piace e che lui vorrebbe che io prendessi, ma decido come voglio, assumendomene le responsabilità e pagando per quello che decido. Non sono simpatico? Non sono pagato per essere simpatico, ma per vincere, per portare a casa i risultati, pagare gli stipendi ai calciatori e ai miei dipendenti e fare in modo che le mie aziende crescano. Forse non riuscirò a farlo con la Ternana, ma proverò a far ridere quei ‘pagliaccetti’ che ora stanno ridendo parecchio. La mia ambizione è fare qualcosa di importante anche con la Ternana. Continuerò a lavorare e a decidere. Entro domani deciderò ciò che voglio fare definitivamente. Sicuramente, io voglio una squadra vincente, per il rispetto della maglia, dei colori e dei ternani”

https://www.instagram.com/p/B9hPTSDKDm3/
Uno dei 4 video postati su Instagram dal patron della Ternana Bandecchi

Insomma, se non fosse per la Coppa Italia le ultime 12 partite sarebbero quasi da buttare. La Ternana può e deve tornare a correre. Ma intanto si fanno dei nomi per la sostituzione in panchina, tra cui De Canio, Calori, Mariani. C’è attesa per le decisioni del presidente.

Seguiteci su Pagina FB di Metropolitan Magazine

Back to top button