Musica

Fred Buscaglione, storia dello swing italiano

Fred Buscaglione è stato un precursore dei tempi. Il musicista e attore torinese, venuto a mancare prematuramente a soli trentotto anni, avrebbe oggi superato il secolo d’età. Attivo musicalmente dal 1939 al 1960 ha portato il suo stile recitato all’interno delle canzoni. Di temperamento caotico ed eccentrico entrò al Conservatorio Giuseppe Verdi, salvo abbandonare dopo soli tre anni per lo scarso amore per la musica classica

Fred Buscaglione, eccentricità e talento mescolati in storytelling

Fred Buscaglione suonava contrabbasso, violino, pianoforte e tromba. La sua mano e il suo stile riconoscibili nelle suonate jazz delle sue canzoni, spesso accompagnate dalla sua voce che narrava le storie dei suoi brani. Venne fatto prigioniero dagli statunitensi durante la seconda guerra mondiale, e questo fece si che avvicinasse il suo stile musicale allo swing americano.

Rientrò in Italia e nel 1949 fondò il gruppo Asternovas, con cui iniziò ad esibirsi in numerosi teatri. In questo periodo iniziò a creare il suo personaggio, ispirandosi alle storie dei gangster e delle pupe tipici dei film americani dell’epoca.

Nelle sue canzoni parlava con ironia, talvolta macchiettistica, di storie di malavita americana, donne e alcol. Vedendo che il personaggio era vincente si fece crescere dei baffetti ed iniziò a girare in doppiopetto, ispirandosi a Clark Gable.

Nacquero quindi perle come Che Bambola! , Teresa non sparare e Eri piccola così.

Gli anni 50 si rivelarono per lui un periodo roseo, diventando uno degli artisti più richiesti d’Italia. I suoi brani diventarono successi e i 33 giri stampati andarono a ruba.

Ma proprio durante il periodo di maggiore fama la sua vita venne stroncata a soli trentotto anni per via di un incidente stradale. La sua morte fu uno shock tale da creare un alone di leggenda attorno alla sua figura, divenuta a tutti gli effetti un punto di riferimento del dopoguerra.

Fred Buscaglione con il suo stile unico ha influenzato molti artisti. Primo tra tutti il cantautore spagnolo Tonino Carotone. Ha inoltre recitato diretto dal maestro Dino Risi

Ciò che lo ha reso unico probabilmente è il suo stile originale ispirato agli Stati Uniti, in un periodo storico in cui gli altri interpreti si ispiravano ad uno stile di canto classico.

Buscaglione ha aperto nuove porte e nuovi modi di intendere la musica, sopravvivendo nella memoria dei suoi estimatori, e questo lo ha iscritto nell’albo d’oro della musica nostrana

Andrea Pastore

Seguici su Google News

Back to top button