Cinema

“Fuga da Reuma Park”, il film del famoso trio di nuovo riunito

Nel 2016 il celebre trio comico composto da Aldo Baglio, Giovanni Storti e Giacomo Poretti si ritrova unito sul set del film “Fuga da Reuma Park”, stasera in onda alle 21:05 su Cine34. Non esente da numerose critiche, il film ci mostra i comici nei panni di tre anziani in una sorta di Luna Park trasformato in casa di riposo, sotto la direzione dell’infermiera russa forzuta Ludmilla (interpretata da Silvana Fallisi).

Il trio invecchiato a Reuma Park

Aldo, Giovanni e Giacomo in una scena del film, Credits: Masiar Pasquali
Fuga da Reuma Park. Foto ©Masiar Pasquali

Il famoso comico Aldo Baglio, ormai anziano e pieno di malanni, viene portato dai suoi figli (interpretati da Valentino Picone e Salvatore Ficarra) alla vigilia di Natale a Reuma Park, un parco divertimenti un tempo rallegrato dalle risate dei bambini, ora pieno di altri anziani abbandonati al loro destino. Dopo aver fatto la conoscenza di Ludmilla, la rigida infermiera di origini russe dall’aspetto imponente, Aldo incontrerà i suoi amici di vecchia data nonché colleghi di lavoro Giovanni e Giacomo, ormai anche loro deperiti per l’inesorabile avanzare dell’età: Giovanni è incontinente, Giacomo invece è costretto su una sedia a rotelle, tenuto in vita da una flebo di Barbera. Il trio riunito decide di scappare in Brasile con la barca di Giovanni quella sera della festa di Natale: attraverso varie peripezie, riusciranno a navigare i Navigli di Milano per raggiungere la nuova meta, Rio de Janeiro, accompagnati da Ludmilla che rivela il suo amore per Giovanni.

“Fuga da Reuma Park” subisce da subito aspre critiche, ritenuto non all’altezza dei precedenti e iconici lavori del rinomato trio, come “Chiedimi se sono felice” oppure “Tre uomini e una gamba”. Il film però, nonostante i personaggi dei tre anziani poco originali e stereotipati, riesce a trasmettere un soffio di nostalgia attraverso la presenza di molti sketch popolari e noti di Aldo, Giovanni e Giacomo, facendo riaffiorare personaggi come il dio Pdor, il conte Dracula, l’eclatante Tafazzi, gli Svizzeri composti dal Signor Rezzonico, lo stilista Fausto Gervasoni e il poliziotto Huber, e molti altri. “Fuga da Reuma Park” risente del peso dei precedenti capolavori del trio comico, ma proprio come gli anziani non possono far altro che trascorrere la loro vecchiaia nel ricordo gioioso dei tempi trascorsi, allo stesso modo il film tenta di far provare al suo pubblico la malinconia di quelle battute comiche emblematiche.

Nicoletta Perretta

Seguici su Google News

Back to top button