Musica

La giornata internazionale del jazz, il programma

Giornata internazionale del jazz: sarà il decimo anno, di festeggiamenti in cui l’Unesco invita a celebrare il genere musicale come espressione molteplice di Patrimonio Culturale Dell’Umanità. Un anno sicuramente diverso dagli altri, ma che può trovare piu’ motivo che mai di dare il via ai festeggiamenti in onore della fratellanza. La giustificazione con i quali l’Unesco ha istituito questa giornata, nel 2011:

E’ una forma di arte che nacque da radici plurime e che si è sempre schierata contro il razzismo e la discriminazione, anzi è nata proprio nel cuore della resistenza all’oppressione.”

Louis Armstrong Photo Credit: Leafly

Giornata internazionale del jazz
Louis Armstrong Photo Credit: Leafly

Giornata internazionale del jazz: cinque ore di diretta

“Il jazz, se si vuole chiamarlo così, è un’espressione musicale; e questa musica è per me espressione degli ideali più alti.” John Coltrane 

La maratona musicale sarà coordinata dal Bologna Jazz Festival, in collaborazione con Crossroads, Jazz Club Ferrara, Amici del Jazz di Modena e Cantina Bentivoglio. Tredici musicisti suoneranno a sostegno di una raccolta fondi per la lotta al coronavirus. Cinque ore di diretta, e una speciale programmazione musicale in occasione del 30 aprile. Per questa importante occasione compositori dall’ambito regionale a quello internazionale, proporranno ininterrottamente musica dalle 18 alle 23. Si potrà vedere tutto su Lepida TV, nei canali regionali de #laculturanonsiferma e dai canali social di tutte le organizzazioni musicali coinvolte.“

Mc Coy Tyner Photo Credit: La stampa

Giornata internazionale del jazz
Mc Coy Tyner Photo Credit: La stampa

Il coordinamento della kermesse

Coordinatore dell’iniziativa è il Bologna Jazz Festival, che fin dal 20 marzo ha trasmesso concerti in diretta streaming dalle abitazioni dei musicisti, grazie al suo format Jazz a Domicilio / La Maratona del Jazz. Ma la kermesse si è espansa su scala regionale coinvolgendo i principali operatori della musica del campo. Da Ravenna a Ferrara a Bologna sino a Modena. Si creano connessioni tra musiche del Mediterraneo, jazz afroamericano e composizioni originali, percorsi trasversali tra l’antico e il contemporaneo.

Seguici su

Facebook

Metropolitan Music

Instagram

Twitter

Back to top button