Esteri

Girasole, simbolo di solidarietà all’Ucraina

Adv

Dopo l’invasione della Russia sull’Ucraina il girasole, fiore nazionale dell’Ucraina, è diventato un simbolo di solidarietà verso un paese che resiste alle atrocità delle azioni che la Russia sta mettendo in atto. Nel linguaggio dei fiori, il girasole per il colore della sua tinta e per la sua forma è associato al sole simboleggiando vita, gioia e luce. Porta con sé un messaggio importante di speranza e per questo oggi è diventato simbolo mondiale di solidarietà verso il popolo ucraino.

Girasole: fiore nazionale

il Girasole è utilizzato dall’Ucraina come simbolo della nazione. Un fiore diventato simbolo dell’indipendenza dalla Russia nel 1991. Anche per questo motivo è diventato oggi simbolo di solidarietà verso un paese costretto a difendersi per salvaguardare il diritto di libertà. Il girasole per l’Ucraina simboleggiò anche la rimozione delle armi nucleari dal paese. Infatti, nel 1994 si tenne l’accordo ‘memorandum di Budapest’ attraverso il quale l’Ucraina si impegnò a smaltire la scorta di nucleari ereditati dall’Unione Sovietica aderendo al trattato di ‘non proliferazione delle armi nucleari’. Le armi furono inviate alla Russia per lo smantellamento e in cambio l’ucraina doveva avere il riconoscimento internazionale dei propri confini. Riconoscimento dei confini che come abbiamo visto, negli ultimi giorni, da parte della Russia non c’è stato. Il girasole oggi viene utilizzato da parte dell’occidente come simbolo per essere vicini all’Ucraina che si trova a vivere giorni terribili.

Chi osserva questa guerra atroce senza essere sul campo può prima di tutto aderire agli aiuti che il terzo settore ha preparato e sta preparando per mettere in salvo i profughi e portare cibo, acqua e altri beni primari in città ucraine distrutte. Poi è possibile anche mostrare vicinanza simbolica ad esempio utilizzare il fiore nazionale ucraino per esprime un messaggio: l’Ucraina è forte, sta dimostrando coraggio e la maggior parte dei paesi sono vicini al popolo ucraino per le atrocità che sta vivendo.

Dalla first lady che indossa il girasole all’ucraina che lo dona al soldato

Il girasole in un momento così buio della storia viene utilizzato anche nel vestiario o come accessorio per comunicare il messaggio di vicinanza al popolo ucraino. La First lady americana, esempio più eclatante, si è mostrata pubblicamente con il dettaglio del girasole in due eventi pubblici. Jill Biden ha sfoggiato un abito blu con il dettaglio del girasole, in occasione del discorso State of Union del presidente Joe Biden. Anche il 28 febbraio in occasione dell’evento del Black History Month alla Casa Bianca la first lady indossava la mascherina con disegnato un girasole. Piccoli gesti, ma che vogliono comunque esprimere un messaggio di vicinanza.

Virale il video diffuso dalla BBC in cui una donna ucraina sfida il soldato russo. Era il 25 febbraio all’inizio del conflitto quando la donna si avvicina al soldato chiedendo “chi sei” e “che cosa vuoi”. Poi la donna continua “Metti questi semi in tasca, cresceranno girasoli quando morirai”. La cittadina ucraina alle armi ha risposto con dei fiori. il fiore più potente di tutti per l’Ucraina, il girasole: fiore della forza e della resistenza. Per questo motivo è diventato simbolo di solidarietà, utilizziamo il loro fiore per essere più vicini all’Ucraina in un momento così tanto buio della storia.

Claudia Innocenti

seguici su Instagram

Related Articles

Back to top button