Guardia di finanza Viareggio: smantellata associazione a delinquere

I militari della Guardia di Finanza del Gruppo di Viareggio hanno portato a termine una complessa e articolata indagine nei confronti di una associazione per delinquere finalizzata alla produzione, commercializzazione e ricettazione di prodotti di pelletteria di alto pregio recanti famosi marchi contraffatti.

Arresti guardia di finanza

Gli indagati sono 21 soggetti, implicati a vario titolo nell’attività illecita.

Ai domiciliari sono quindi finite 7 persone per i reati di associazione per delinquere (416 C.P.), ricettazione (art. 648 C.P.), contraffazione, alterazione o uso marchi o segni distintivi ovvero di brevetti, modelli e disegni (art. 473 C.P.), introduzione nello Stato e commercio di prodotti con segni falsi (art. 474 C.P.).

L’associazione criminale, con base operativa in Toscana e operante fino in Lombardia, Emilia
Romagna e Veneto, vantava una fitta rete di contatti che consentiva di curare tutti i passaggi della produzione. Dalla lavorazione della pelle, all’approvvigionamento di cartellini e confezioni varie, alla vendita, finanche la commercializzazione in negozi di lusso in Canada, Cina, Repubblica Popolare di Corea, Austria e Germania, dove vendevano i prodotti come originali a prezzi elevati.

È stato disposto quindi un sequestro preventivo per equivalente dell’illecito profitto, quantificato in 5 milioni di euro consistenti in: 8 immobili; un terreno; 33 conti correnti; disponibilità finanziarie; 4 autovetture e 4 motoveicoli.

Inoltre nel corso delle attività, durate oltre un anno e mezzo, i militari hanno sequestrato complessivamente più di 50.000 prodotti falsi, 500 metri quadrati di stoffa delle più note griffe dell’alta moda italiana e internazionale tra cui Gucci, Hermes, Louis Vuitton, Chanel, Prada, Yves Saint Laurent, Givenchy, Dior, Céline, Balenciaga e Ferragamo.

Guardia di finanza Fonte: google.it
Guardia di finanza
Fonte: google.it

LEGGI TUTTA L’ATTUALITÀ

SEGUICI SU FACEBOOK

© RIPRODUZIONE RISERVATA