CalcioSport

Higuain fugge dalla quarantena e lascia l’Italia

Come riportato da “La Republica“, Higuain, dopo aver fatto il tampone per il Covid-19, sarebbe volato in Argentina, violando i termini della quarantena imposta per tutti i dipendenti dalla Juventus. Vediamo, dunque, la dinamica di questa strana fuga da parte del centravanti argentino.

La fuga di Higuain

C’è grande allarmismo e preoccupazione in questi giorni in casa Juventus. La società bianconera non è riuscita, infatti, a sfuggire alla terribile pandemia del Coronavirus. In questi giorni, l’intero universo del campionato italiano è rimasto coinvolto e anche la Juventus ha due calciatori positivi al virus. Dopo la positività di Daniele Rugani, è stata, infatti, riscontrata anche quella del centrocampista francese, Blaise Matuidi. Entrambi i calciatori sono in buona condizione, ma hanno inevitabilmente costretto la società a prendere seri provvedimenti. Come per tutti i calciatori bianconeri, anche Higuain, è stato costretto a sottoporsi al test, risultando negativo. Una volta conosciuto l’esito, il 21 bianconero si sarebbe diretto all’aeroporto di Torino Caselle, munito di certificazione medica, per prendere un volo privato diretto in Argentina. Gli agenti della Polaria, che da settimane controllano arrivi e partenze in Italia, spiazzati di fronte alla strana richiesta dell’attaccante, avrebbero, poi, autorizzato il volo.

Il Pipita avrebbe, dunque, raggiunto l’Argentina, volando prima in Francia e poi in Spagna, considerando che i voli diretti dall’Italia sono stati bloccati. Higuain, tuttavia, non è l’unico bianconero ad aver lasciato l’italia e che sta passando il periodo di quarantena fuori dalla penisola. Anche Pjanic e Khedira, infatti, sono stati autorizzati dalla società a ricongiungersi con le rispettive famiglie. Infine, anche Cristiano Ronaldo già da alcune settimane si trova in Portogallo.

La ricostruzione dei fatti

Dal tweet di Giovanni Albanese, comprendiamo invece che Higuain non avrebbe violato i termini della quarantena. L’argentino, infatti, ottenute tutte le autorizzazioni necessarie dalla società, sarebbe diretto in Argentina per stare vicino alla madre malata. Lo stesso motivo che sta costringendo Ronaldo a rimanere a Madeira, sua città natale.

Back to top button