Da poche ore sta facendo il giro del web un’apparente bellissima e fantastica storia, nella quale si dichiara che Ronaldo stia prestando i suoi alberghi per trasformarli in ospedali in aiuto all’emergenza coronavirus.

La storia, inevitabilmente, rimbalza e specialmente in un momento in cui ce n’è parecchio bisogno. Con una fonte così autorevole, come il Marca, in tanti ringraziano il fuoriclasse portoghese, che già nei giorni scorsi aveva lanciato un messaggio di unità e solidarietà, anche nei confronti del compagno di squadra Daniele Rugani, colpito in prima persona dal virus. Sarebbe stata la mossa successiva, quasi automatica ed invece no! Questa volta il giornale ha toppato alla grande!

Ma da dov’è partita la fuga di notizie su Ronaldo e gli alberghi?

Marca si è affidata a un commento di Edgar Caires, amico personale di Cristiano, che attraverso le sue storie Instagram aveva ringraziato pubblicamente l’amico per quanto raccontato dal sito Arena Desportiva. Sembrava una conferma ‘ufficiale’, evidentemente in Spagna qualcuno si è fidato troppo. 

FAKE – “Circola una notizia secondo la quale Cristiano Ronaldo starebbe contemplando la possibilità di cedere i suoi alberghi e di trasformarli temporariamente in ospedali per combattere il pericolo del Coronavirus. Questa informazione, inizialmente avanzata dal quotidiano sportivo Marca, è falsa ed è stata già smentita”.

Poche parole, tanta sostanza: il Jornal Madeira, quotidiano di casa CR7, definisce ‘falsa’ la news. E chiarisce una volta per tutte la vicenda, in attesa che magari lo faccia anche lo stesso portoghese. Attenzione anche alla fake news che sta girando su WhatsApp su Gigi Buffon.

© RIPRODUZIONE RISERVATA