Politica

Il Governo vara un decreto su rave party, giustizia e Covid: il primo decreto della Presidente Meloni

Rave party, stop all’obbligo vaccinale ed ergastolo ostativo, ecco tutte le misure contenute nel primo decreto del governo a guida Giorgia Meloni.

Il presidente della repubblica, Sergio Mattarella, ha firmato ieri sera il decreto varato oggi dal governo sulla giustizia, le misure anti-covid e quelle sul contrasto ai raduni illegali (rave party). Via libera dal Capo dello Stato anche alla nomina dei nuovi sottosegretari con un Dpr.

Decreto Meloni su rave party

Reclusione da 3 a 6 anni, multe da 1.000 a 10.000 euro e si procede d’ufficio “se il fatto è commesso da più di 50 persone allo scopo di organizzare un raduno dal quale possa derivare un pericolo per l’ordine pubblico o la pubblica incolumità o la salute pubblica”.

È quanto si trova nel decreto legge passato oggi in Consiglio dei ministri – composto di nove articoli e che riguarda anche norme in materia di giustizia e di Covid – nella parte che riguarda il contrasto ai rave party. In caso di condanna, “è sempre ordinata la confisca delle cose che servirono o furono destinate a commettere il reato e di quelle utilizzate per realizzare le finalità dell’occupazione”. Viene così introdotta una nuova forma di reato per appunto legata all’organizzazione dei rave party, ‘invasione per raduni pericolosi’. E al termine del consiglio dei ministri – che si è occupato anche di giustizia e Covid – la premier Giorgia Meloni ha parlato per la prima volta in conferenza stampa.

Tra le misure decise nel decreto c’è anche il rinvio al 30 dicembre dell’attuazione della riforma Cartabia.

È stata inoltre approvata la nomina dei 31 sottosegretari e degli 8 viceministri. Stop all’obbligo vaccinale anti-Covid per medici e professioni sanitarie. Resta, invece, l’obbligo di mascherina negli ospedali e nelle Rsa.In serata il presidente della Repubblica, Sergio Mattarella, ha firmato il decreto. Via libera dal Capo dello Stato anche alla nomina dei nuovi sottosegretari con un Dpr.

Seguici su Google News

Back to top button