Sport

Justin Thomas scaricato da Ralph Lauren, imperdonabile l’espressione omofoba

Il marchio Ralph Lauren ha scaricato Justin Thomas a causa dell’espressione omofoba proferita il 9 gennaio durante una gara, inutili le scuse a fine giro del golfista N.3 al mondo.

Justin Thomas perde un contratto importante

Justin Thomas durante il terzo giro del Sentry Tournament of Champions è nelle parti alte della classifica e, a causa di un putt sbagliato alla buca 4, si fa scappare una parola offensiva verso la comunità omosessuale. Interrogato a fine giro, il golfista statunitense aveva subito fatto ammenda dichiarando “inscusabile” il suo comportamento e che non “rappresenta la mia persona”.
Ralph Lauren non si è intenerita e ha revocato la sponsorizzazione che la legava a Thomas dal 2013, intesa rinnovata anche nel 2018 creando poi una linea d’abbigliamento in sinergia nel 2019.
Di seguito riportiamo il video della frase pronunciata e della, doverosa, presa di coscienza del giocatore.

https://www.youtube.com/watch?v=w3Nl9jc0y-U

Ralph Lauren non ha chiuso la porta definitivamente, dichiarando: “La nostra speranza è che il Signor Thomas faccia il duro e necessario lavoro al fine di poter collaborare ancora con noi […] usando le sue piattaforme social per promuovere l’inclusione”.
Justin Thomas difatti ha rimosso i riferimenti alla casa di moda su Twitter (con leggero ritardo rispetto all’annuncio) ma non ha ancora pubblicato nulla in merito alla questione, né sul profilo Instagram né tramite l’account Twitter.

Per rimanere aggiornati seguite la Nostra Pagina Facebook

Adv

Related Articles

Back to top button