Economia

Cos’è la rateizzazione delle cartelle esattoriali e come funziona

La rateizzazione delle cartelle esattoriali permette di dilazionare i pagamenti a coloro che ne fanno richiesta e che ne hanno diritto. Sono previste diverse tipologie di pagamenti a rate.

L’Agenzia delle Entrate – Riscossione concede, ai sensi dell’art.19 del DPR 602/73, ai soggetti che ne fanno richiesta, in base alla soglia di debito e alle condizioni economiche dichiarate e documentate, la rateizzazione delle cartelle esattoriali. Esistono diverse tipologie di rateizzazione, dalle istanze per debiti fino a 100mila euro fino ad un piano che può arrivare a 120 rate.

Il piano ordinario e il piano straordinario

Per importi fino a 100mila euro si può usufruire del servizio “Rateizza adesso“, ottenendo la rateizzazione direttamente sul sito online, nell’area riservata. é possibile inoltre utilizzare specifici indirizzi pec riportati nel modello di rateizzazione. Nella richiesta è sufficiente dichiarare la temporanea situazione di obiettiva difficoltà senza aggiungere nessuna documentazione. Si accede quindi ad un piano ordinario che prevede di pagare il debito in un massimo di 72 rate (6 anni). Le rate possono essere costanti o crescenti, in base alle preferenze espresse.

Per importi superiori a 100mila euro si può richiedere la rateizzazione inviando la domanda tramite gli indirizzi pec riportati nel modello. In questo caso sarà necessario allegare la certificazione relativa all’ISEE, Indicatore della Situazione Economica Equivalente, del nucleo familiare, per attestare la situazione di difficoltà economica. Se la richiesta viene accolta si accede ad un pian ordinario che consente un massimo di 72 rate, costanti o crescenti in base alla preferenza espressa.

La possibilità di richiedere un piano straordinario per un massimo di 120 rate, quindi 10 anni, è prevista solo se il richiedente è in grado di dimostrare di non avere la possibilità di pagare il debito secondo i criteri previsti dal piano ordinario. Anche in questo caso è necessario inviare la richiesta tramite pec, allegando tutta la documentazione richiesta ai fini della concessione del piano.

La proroga del tempo di pagamento

Se si è già attivato un piano di rateizzazione non decaduto e la condizione economica è peggiorata, si può far richiesta di allungamento dei tempi di pagamento delle rate. Questa proroga può essere richiesta una sola volta e può essere ordinaria, quindi 72 rate, o straordinaria, quindi fino ad un massimo di 120 rate.

Seguici su Facebook | Instagram

Back to top button