Attualità

Lo Sri Lanka in stato d’emergenza: il presidente lascia il Paese

Gotabaya Rajapaksa, presidente dello Sri Lanka, è arrivato alle Maldive su un aereo militare. Il Paese è in uno stato di emergenza economica.

Sri Lanka in una profonda crisi economica

Lo Sri Lanka in stato d'emergenza: il presidente lascia il Paese

Rajapaksa è stato accusato di una cattiva gestione economica. Ha portato il Paese in una profonda crisi per la mancanza di valuta estera. Tutto ciò rende impossibile finanziare le importazioni di prodotti essenziali per la popolazione che conta più di 22 milioni di abitanti.

Dopo le dimissioni di Rajapaksa, Wickremesinghe, il primo ministro, lo sostituirà fino a quando il Parlamento non sceglierà un presidente ad interim. Le elezioni sono previste per il 20 luglio. Il nuovo presidente eletto dovrà ricoprire la carica per il resto del mandato di Rajapaksa, che terminerà nel novembre del 2024.

Il presidente 73enne è fuggito a seguito di numerose proteste nelle piazze, insieme alla moglie e a due guardie del corpo, alle Maldive a bordo di un aereo militare.

Quella dello Sri Lanka è considerata la peggiore crisi economica della storia nazionale. Gli srilankesi sono scesi n piazza per chiedere le dimissioni del presidente e del governo, dopo mesi in cui mancavano sempre più beni di prima necessità, tra cui medicinali, acqua, cibo e benzina.

Le riserve di carburante sono quasi esaurite nel Paese e il governo ha ordinato la chiusura delle amministrazioni e delle scuole non essenziali. Il Paese ha nel frattempo dichiarato lo stato di emergenza nazionale.

Seguici su Google News

Sara Mellino

Back to top button