Cinema

Marco Bellocchio: 5 film cult del grande regista italiano

Compie oggi 82 anni Marco Bellocchio. Vincitore di numerosi David di Donatello e Nastri d’argento Bellocchio ha ricevuto anche un Leone d’oro alla carriera a Venezia ed una Palma d’oro onoraria a Cannes quest’anno. Attualmente è in produzione una sua serie televisiva intitolata “Esterno, notte” tratta dal suo film “Buongiorno, notte”

“Quando arrivai a Roma c’erano due scuole di pensiero, due tendenze per i giovani come me, da un lato il nuovo cinema francese con la Nouvelle Vague, con Jean Renoir e i Gordardiani puristi e assoluti, dall’altro il cinema italiano, che è quello che principalmente mi ha formato”

Così Marco Bellocchio ha parlato del suo arrivo a Roma dalla natia Bobbio in una recente masterclass presso la Festa del cinema di Roma. Bellocchio aveva iniziato come attore passando poi alla regia sotto la guida di Andrea Camilleri. Sin dagli anni 60′ Il suo è un cinema politico e sociale che spesso ben racconta anche in chiave melodrammatica avvenimenti della storia e della cronaca italiana.

5 film cult di Marco Bellocchio

Una clip del film Il traditore, fonte 01Distribution

Molti sono i film girati da Marco Bellocchio ma noi qui ricordiamo i 5 più importanti. Innanzitutto dobbiamo citare la pellicola d’esordio del grande regista italiano. Stiamo parlando di quel piccolo grande film sessantottino ed anticonformista che è “I pugni in tasca”. Vogliamo poi parlarvi dello scontro tra ateismo, mistificazione e sacralità di “L’ora di religione”. Accanto a questo senza dubbio occorre ricordare “Vincere” in cui Bellocchio porta sullo schermo una tormentata storia d’amore del giovane Mussolini. Una menzione speciale la merita poi il film sul rapimento di Aldo Moro “Buongiorno, notte”. Infine chiudiamo la nostra carrellata con l’ultimo film di Marco Bellocchio “Il traditore” con una grande interpretazione di Pierfrancesco Favino nel ruolo del boss pentito Tommaso Buscetta.

Stefano Delle Cave

Stefano Delle Cave

Stefano Delle Cave è scrittore, giornalista pubblicista e regista. Laureato magistrale in D.A.M.S. all’Università di Roma Tre. Gli articoli redatti da Stefano giornalista hanno per tema il cinema, la cultura e la società civile in genere.
Back to top button