Matteo Salvini: “un patto con Meloni e Berlusconi”. L’appello di Sgarbi

Matteo Salvini spiega il suo piano in caso di ritorno alle urne: auspica a presentarsi con un nuovo patto Lega, Fratelli d’Italia, Forza Italia. Ad annunciarlo è proprio lo stesso vicepremier. Vittorio Sgarbi appoggia.

Matteo Salvini spinge per andare “oltre il vecchio centrodestra” e punta a non correre solo alle prossime elezioni e ad accelerare la crisi di governo. E annuncia la volontà di un patto con Berlusconi e Meloni. Un patto che avrebbe anche la funzione di ritorno alle urne. E che ha il beneplacito di Vittorio Sgarbi.

La volontà di Matteo Salvini

Matteo Salvini si sente già in campagna elettorale parlando di alleanze e patti. Ma i timori di un accordo in Aula per non sfiduciare Giuseppe Conte e rimandare il voto lo hanno spinto a consolidare il legame con Berlusconi e Meloni. La conferma è arrivata dallo stesso leader della Lega in un’intervista concessa ad Alessandro Sallusti, direttore del quotidiano Il Giornale.

Nelle prossime ore vedrò Berlusconi e la Meloni alla luce del sole. Proporrò loro un patto, l’Italia del sì contro l’Italia del no”.

“Alessandro Sallusti, direttore de Il Giornale, che ha intervistato Matteo Salvini
“Alessandro Sallusti, direttore de Il Giornale, che ha intervistato Matteo Salvini – Photo Credit: www.ilcomizio.it”

Matteo Salvini non esclude un centrodestra allargato

Inoltre il leader della Lega, consapevole che il centrodestra unito può avere i numeri per un esecutivo in grado di reggersi da solo, apre anche ad altri e prevede un campo dei moderati allargato. “Io non escludo nessuno. Questo non è il momento di escludere ma di includere il più possibile”. Infatti, il leghista strizza l’occhio anche ai grillini, certo che molti di essi siano assolutamente contrari all’ipotesi di un’alleanza con Matteo Renzi. Quindi, ci sarebbe spazio anche per loro nel suo piano.

“Matteo Salvini"
“Matteo Salvini – Photo Credit: www.liberoquotidiano.it”

Il duro giudizio di Matteo Salvini in caso di accordo Pd-M5s

Infine, secondo Matteo Salvini, l’ipotesi di un accordo tra il Pd e il M5s servirebbe “solo per salvare il sedere a Matteo Renzi. Inoltre, il vicepremier risponde anche al “non voto” che vede nell’ex sindaco di Firenze il maggiore sostenitore: “Le furbate hanno le gambe corte e in una simile ipotesi la Lega avrebbe tutto da guadagnarci: non durano quattro anni e al prossimo giro sparirebbero”.

“Matteo Renzi criticato da Matteo Salvini"
“Matteo Renzi criticato da Matteo Salvini – Photo Credit: www.huffingtonpost.it”

L’appello di Vittorio Sgarbi

Intanto, un invito a non correre da solo arriva da Vittorio Sgarbi che dice la sua sulla recente crisi di governo e lo fa invitando Salvini a trovare unità e concordia con le altre forze del centro destra come Fratelli d’Italia. E soprattutto Forza Italia.

“Vittorio Sgarbi con Matteo Salvini e Conte”
“Vittorio Sgarbi con Matteo Salvini e Conte – Photo Credit: www.ilprimatonazionale.it”

Il critico d’arte spiega che “la forza, la determinazione e la coerenza di Salvini lo mettono certamente nelle condizioni di vincere da solo. E lo inducono alla tentazione di rinunciare agli alleati. Ma gli alleati non sono tutti come gli squilibrati grillini”.

© RIPRODUZIONE RISERVATA