LetteralMente Donna

Merlin Stone, il femminismo e la spiritualità femminile

Benvenuti nell’universo femminile di LetteralMente Donna. Faremo un viaggio nell‘America degli anni 70′ -80’ alla scoperta di un’autrice che ha rivoluzionato il concetto di spiritualità femminile. Parleremo di culto della dea, di società matricale e di società giudaicocristiana. Abbiamo dedicato la puntata di oggi a Merlin Stone e alle sue opere.

“Con questa comprensione potremo anche arrivare a vedere noi stesse non come le eterne aiutanti, ma come agenti attivi; non come assistenti decorative o convenienti per gli uomini, ma come individui a pieno titolo, responsabili e competenti”.

È il fine ultimo degli studi di Merlin Stone che si possono collocare in quel periodo della diffusione in America del cosiddetto culto della dea negli anni 70-80′. È una forma di femminismo più spirituale che si distanzia dalla questa consueta psicopolitica ma che ha radici storiche molto profonde. Una forma basata sulla riscoperta della antiche e pacifiche società matriarcali che sarebbero state distrutte dalla violenza patriarcale. Questo è uno degli elementi al centro della più controversa e famosa opera della Stone intitolata “When God Was a Woman.” Uno studio che poi è proseguito con “Ancient Mirrors of Womanhood” in cui sono raccolti miti e preghiere su diverse figure femminili venerate in varie religioni del mondo.

Merlin Stone, il culto della dea e “When Good Was a Woman”

Merlin Stone, fonte burchfieldpenney.org

Le teorie di Robert Graves e l‘analisi di centinaia di materiali provenienti da biblioteche, musei e scavi di America, Europa e Medio Oriente. Queste sono le basi delle teorie di Marilin Stone contenute in “When God Was a Woman” che ha rivoluzionato la spiritualità femminista degli anni 70′-80′. Un’opera controversa e critica dove la Stone compie una rivisitazione radicale della storia dell’antichità cercando di ricostruire quei culti femminili oggi perduti. . Società matriarcali distrutte dalla violenza delle tribù patriarcali che hanno imposto l‘attuale modello di religione maschile.

I maggiori responsabili della distruzione degli antichi diritti civili delle donne per la Stone sono gli ebrei che con la loro religione hanno imposto un forte modello patriarcale proseguito attraverso l’opera dei primi cristiani. È una teoria controversa che punta a riabilitare il ruolo sociale e spirituale delle donne mettendo in crisi molto del pensiero umano dall’antichità ai pregiudizi sessuali e religiosi dei moderni eruditi. Il tutto riportando in auge il culto di una divinità femminile che esisteva già nel mondo antico.

Stefano Delle Cave

Seguici su Google news

Stefano Delle Cave

Stefano Delle Cave è scrittore, giornalista pubblicista e regista. Laureato magistrale in D.A.M.S. all’Università di Roma Tre. Gli articoli redatti da Stefano giornalista hanno per tema il cinema, la cultura e la società civile in genere.
Back to top button