MetroNerd

Nuovo Playstation Plus: cosa cambia e cosa aspettarsi

Arriva finalmente anche in Europa il nuovo piano del Playstation Plus: due nuove sottoscrizioni, Extra e Premium, si affiancano all’Essential tradizionale. Grazie ad un piccolo aumento di prezzo, gli abbonati potranno accedere rispettivamente a centinaia di giochi della corrente generazione e al catalogo di giochi PS1, PS2, PSP, PS3 e PS4. Restano però alcuni interrogativi: fino a quando saranno disponibili sulle piattaforme i titoli in retrocompatibilità? I titoli saranno soltanto in streaming o si potranno scaricare? Cerchiamo insieme di rispondere a tutte queste domande e a levare ogni dubbio.

Playstation Plus Extra e Premium: fin quando durano i giochi disponibili sul catalogo e ogni quanto ne vengono aggiunti altri

I tre piani del nuovo Playstation Plus: Essential, Extra e Premium

Ricordiamo prima di tutto i tre piani del nuovo Playstation Plus: Essential (8,99 euro al mese) è fondamentalmente il Plus come lo abbiamo conosciuto fino ad adesso. In questo piano è compresa la facoltà di poter giocare in multiplayer, disporre di uno spazio di archiviazione in cloud per i salvataggi, e scaricare e giocare tre giochi (due per PS4, uno per PS5) decisi da PlayStation. Extra (13,99 euro al mese), invece, ha tutti i vantaggi del “tier” precedente, a cui si aggiunge l’accesso ad un grande catalogo di giochi, molti dei quali precedentemente disponibili in PSNow. L’ultimo piano è invece Premium (16,99 euro al mese) che comprende, oltre a tutto quanto previsto per i piani precedenti, anche una libreria di titoli delle generazioni precedenti della piattaforma Sony da giocare in streaming.

Questa è la grande novità dei nuovi piani di abbonamento: adesso i titoli retrocompatibili possono essere anche scaricati, oltre che giocati in streaming. Resta tuttavia l’interrogativo principale: fino a quanto saranno disponibili i giochi del catalogo? Possiamo star certi che i titoli AAA di Playstation (God of War, Marvel’s Spider Man, Death Stranding, Returnal etc…) rimarranno per sempre, o quasi. La strategia di Sony è quella di attirare sempre più clienti con la possibilità di giocare ai nuovi classici e alle esclusive più amate. Non possiamo però fare alcuna previsione su quanto rimarranno i titoli “third party”, non sviluppati da uno studio direttamente collegato con PlayStation. Inoltre, due nuovi titoli entreranno mensilmente nel catalogo.

Alberto Alessi

Seguici su Google News

Back to top button