Cultura

Onda su onda, un racconto dedicato al grande Paolo Conte

Benvenuti nell’universo narrativo di StoryLine. In occasione del suo compleanno abbiamo dedicato il racconto di oggi a Paolo Conte. Per farlo ci siamo ispirati a due grandi canzoni del famoso autore astigiano come “Onda su Onda” e “Via con me” prendendo spunti per il nostro racconto originale

Era il 6 gennaio e le feste di Natale erano quasi finite. Tra qualche giorno sarebbe rientrato da quella strana crociera ai Caraibi. Alex notò che il solito chiacchiericcio dei viaggiatori era stato interrotto da una notizia eccezionale: Johnny il pianista si era buttato dalla nave. Alex annotò il fatto sul suo taccuino perchè avrebbe potuto essere utile per il suo prossimo romanzo. Era un po’ che osservava Johnny e le sue mani delicate suonare il piano, cantare e scrivere sogni per la gente ogni sera mentre onda su onda la nave si muoveva tra i Caraibi.

Onda su onda, il sogno di Johnny

Onda su onda di Paolo Conte, fonte paoloconteofficial

Alex continuò ad osservare Johnny mentre con ogni musica raccontava persone e onda su onda quel viaggio. Ma come avrebbe raccontato se stesso? Si chiese Alex mentre una sera sorseggiava un Martini ed assisteva al concerto di Johnny. Qualche secondo dopo sarebbe arrivata la risposta mentre un’incantevole dama faceva il suo ingresso in scena. Era Sara Macci, la moglie di Augusto Macci, un facoltoso uomo d’affari, che andò al suo tavolino lanciando un’occhiata a Johnny. Improvvisamente la musica cambiò in un jazz-swing ed in una fantastica esecuzione. “Vieni via con me”, cantava Johnny mentre pizzicava freneticamente i tasti del piano.

Alex notò come i due si guardassero e si chiese se non si conoscessero da prima. Non sarebbe stata una sorpresa perchè, come era risaputo in giro, Macci trascurava la moglie durante la vacanza. Alex qualche secondo dopo si rigirò notando che la donna se ne era improvvisamente andata via sul ponte. Johnny continuò a suonare per altri 5 minuti prima di andarsene anche lui. La curiosità spinse Alex a seguirlo per avere conferma di quello che era sembrato solo un gioco. Una fantasia che divenne realtà quando vide Johnny e Sara baciarsi appassionatamente prima di entrare nella cabina di lui.

La storia di un amore

Alex si allontanò prima di fermarsi a guardare la luna. Prese il suo taccuino e si chiese come Johnny e Sara si fossero conosciuti e se fosse stato vero amore o solo un’avventura. Era stato alcuni giorni chiuso in cabina a Natale a causa di una banale influenza per questo non aveva saputo un granchè di quella storia. Per questo Alex iniziò a fantasticare immaginando Johnny invitato ad una cena d’affari privata a suonare. Il bisogno di attenzione di Sara e la sua musica avevano fatto il resto. O forse era stato il coraggio di Johnny che non si era probabilmente intimorito davanti alla posizione sociale della donna. Alex prese alcuni appunti sul suo taccuino poi se ne andò a dormire

Il giorno dopo rivide Johnny a pranzo scrutare la sala dietro il piano e cercare Sara. Poco dopo Alex notò il medico di bordo avvicinarsi verso Johnny. Non riuscì a cogliere molto dei loro dialoghi ma dallo sguardo preoccupato del pianista comprese che si trattava di Sara. Johnny quasi sbiancò prima di piangere. Alex fu tutto il giorno pensieroso in attesa della sera per capire se i due furtivi amanti si sarebbero visti. Quella serata ebbe una risposta in credibile. Alex sorprese Johnny e Sara mentre si separavano dopo aver litigato. L’unica cosa che comprese fu la parola bambino. Forse era incinta e il bambino non era di Johnny e lei aveva fatto un passo indietro. Alex dispiaciuto tornò ai suoi appunti e al suo Martini.

Epilogo

La mattina seguente Johnny era sparito. Alex ebbe la conferma da alcuni pettegolezzi che Sara aspettava un figlio dal marito e che per questo i rapporti tra i due era cambiati. Di Jonny nessuna traccia. Morto in mare per alcuni, ucciso e fatto sparire da Maci per altri. Alex invece chiuse gli occhi ed immaginò ad una soluzione diversa. A lui piacque immaginare Johnny naufragato su un’isola deserta, di quelle cariche di frutti e di tesori, dove fosse diventato il compagno di una bella principessa aborigena. Un istante dopo Alex vide Sara abbracciata al marito ma non era importante perchè ora sapeva che Johnny era felice.

Stefano Delle Cave

Adv

Stefano Delle Cave

Stefano Delle Cave è scrittore, giornalista pubblicista e regista. Laureato magistrale in D.A.M.S. all’Università di Roma Tre. Gli articoli redatti da Stefano giornalista hanno per tema il cinema, la cultura e la società civile in genere.

Related Articles

Back to top button