Formula 1

Oscar Piastri, dopo la bufera è tempo di futuro in McLaren

Le luci della ribalta targate Formula 1 sono pronte ad accogliere una giovane promessa che ha già scatenato, senza mai avere un sedile fisso, una bufera attorno al suo nome. La McLaren ha deciso di cambiare pilota lasciato invariata, però, la nazionalità: out Daniel Ricciardo per il connazionale Oscar Piastri. Il giovane australiano è passato da Alpine al team di Woking dopo che la vecchia Renault aveva annunciato che sarebbe stato il pilota per il prossimo anno. Una diatriba che sembra essere, ormai, risolta: il ragazzo ha scelto anche il numero da piazzare sul musetto della vettura papaya.

Le dichiarazioni di un Oscar Piastri che vede già al futuro

Oscar Piastri promozione F2 Prema
Oscar Piastri in Prema – Photo Credit: Oscar Piastri Official Twitter

Ecco cosa ha detto il pilota australiano, fresco di passaggio nel team di Wiking, ai microfoni del podcast ‘The Fast Lane’:

In pratica, quando ho dovuto prendere parte alla mia prima gara, dovevo scegliere un numero ad una o due cifre, per cui mi sono recato in un negozio di articoli per auto per acquistarlo. Il problema è che avevano solamente l’1, ma per ovvi motivi non potevo usare solo quello, dunque ne ho presi due e per un paio di corse ho avuto l’11. Quando più avanti ci siamo iscritti alle gare statali del Victoria, qualcuno aveva già scelto l’11 e quindi ho dovuto cambiare numero. Non so per quale motivo, non ricordo esattamente, ma alla fine ho corso con l’81, cambiando solamente l’8 come prima cifra della coppia. Successivamente è capitato che corressi anche con altri numeri, poi l’ho riutilizzato in Europa quando ho fatto la Formula 4 britannica e la Formula Renault Northern European Cup con la Arden. Da lì è rimasto il mio. La McLaren dovrà presentare richiesta formale in fase di iscrizione, ma è da tempo che nessuno usa l’81, per cui dovrei essere piuttosto tranquillo che non me lo rubino. Direi che è al sicuro! Non sono ancora sicuro di quando potrò guidarla e non lo sappiamo. Ovviamente è una cosa che stiamo discutendo con Alpine in questo momento. Vedremo cosa ci riserverà il resto dell’anno, per ora non lo so“.

(Photo Credit: Prema Powerteam Media Centre)

Seguici su Google News

Back to top button