Si vociferava da tanto e finalmente anche in Italia torna in sala la versione di Parasite in bianco e nero. Personalmente curata da Bong Joon-ho, verrà presentata oggi 25 giugno al Far East Film Festival di Udine.

Sarà la proiezione di apertura della rassegna, prevista on line dal 26 al 4 luglio grazie alla piattaforma MyMovies. Per la sua eccezionalità, comunque, Parasite verrà invece propriamente proiettato all’aperto, all’arena “Loris Fortuna” di Udine.

Perché una versione in bianco e nero

Se si pensa a Parasite, tra le decine di caratteristiche che ne fanno un capolavoro, rientra anche il colore e il gioco cromatico. I colori chiari e pastello della residenza Park contrastano con quelli scuri e sporchi della bettola dei Kim. Il verde acceso del prato o il giallo ocra delle luci interne sono immagini che rimangono impresse nella mente dello spettatore. Sono quadri studiati in ogni dettaglio.

Parasite versione black and white, una scena del film - photo credit: web
Parasite versione black and white, una scena del film – photo credit: web

Perché allora pensare a una versione in bianco e nero? Secondo Bong Joon-ho, nel nostro immaginario il bianco e nero è spesso associato a un film classico, immortale. Forse è questo il primo motivo che lo ha spinto a sperimentare, per capire se Parasite potesse reggere il colpo, visivamente. Il regista stesso ha dichiarato che, visto così, il suo film sembra quasi una favola senza tempo.

Un altro motivo, probabilmente, è più concettuale. In uno dei manifesti promozionali circolati già a febbraio, infatti, si legge lo slogan Nessuno è tutto nero o tutto bianco. La nuova color correction, quindi, lungi dal creare una patina posticcia, è attentamente studiata per arricchire il senso del film.

Dalle prime immagini rilasciate, il bianco e nero sembra infatti molto intenso, giocato sulle ombre e sulle luci che, metaforicamente, sono anche quelle dei personaggi. La complessità dell’animo umano, già magistralmente raccontata dalla versione originale, verrà di fatto raddoppiata sul piano visivo.

Adesso che le sale iniziano a riaprire, non resta che aspettare le date ufficiali della distribuzione nazionale.

Articolo di Valeria Verbaro

Seguici su MMI e Metropolitan Cinema

© RIPRODUZIONE RISERVATA