Roma, la Raggi annuncia l’arrivo di 328 nuovi bus per le periferie

A Roma il progetto “+BusXRoma”, che punta a migliorare i collegamenti tra le periferie e il centro, inizia a concretizzarsi con l’arrivo di nuovi mezzi.

I nuovi autobus di Roma (Il Cittadino Online)
I nuovi autobus di Roma (Il Cittadino Online)

Dal 28 settembre sarà attiva la linea 045, che opererà tra Villaggio Prenestino, Castelverde, Borghesiana e Grotte Celoni, frazioni orientali di Roma. Previsti altri 100 bus nel 2021

Migliorare i collegamenti tra le periferie e il centro di Roma: questo è l’obiettivo del progetto “+BusXRoma”, portato avanti dalla giunta Raggi sin dal 2016. Un progetto che sta portando risultati positivi: a gennaio il report di Moovit evidenziava la riduzione del tempo di attesa dei mezzi nella Capitale. Un miglioramento (da 20 a 16 minuti) frutto dell’acquisto di 400 nuovi mezzi della Industria Italiana Autobus. La stessa ha prodotto altri 328 mezzi, alcuni dei quali istituiranno una nuova linea.

La linea 045

Il 28 settembre infatti verrà inaugurata la nuova linea 045, il cui percorso si articola nei quartieri di Villaggio Prenestino, Castelverde, Borghesiana e Grotte Celoni. Secondo la sindaca Virginia Raggi il progetto si inserisce “nell’ambito di una riorganizzazione complessiva della rete di superficie nei quartieri compresi tra via Collatina, via Casilina, via Prenestina e via Polense, fino a interessare aree esterne al Grande raccordo anulare”.
Ed è la stessa Raggi a preannunciare l’acquisto, per il 2021, di altri 100 mezzi, oltre ad averne ordinati altri 82. Insieme a lei l’amministratore unico di Atac, Giovanni Mottura, l’assessore alla Città in Movimento, Pietro Calabrese, e il presidente del Municipio VI, Roberto Romanella

Il progetto, insieme all’allungamento della Metro C (i cui lavori sono ripartiti pochi giorni fa dopo lo stop da Covid), sarà fondamentale per risolvere uno degli storici problemi della Capitale. Lo spostamento al suo interno, infatti, è risultato sempre molto difficoltoso, tra la mole del traffico (in particolare sul Grande raccordo anulare) e i mezzi pubblici insufficienti per le dimensioni della città.

© RIPRODUZIONE RISERVATA