Sclerosi Multipla: a Cosenza è partita un’indagine dell’AISM per valutare l’impatto dell’epidemia Covid-19

A Cosenza e provincia è iniziata un’indagine promossa dall’AISM, Associazione Italiana per la Sclerosi Multipla. Questa, consiste in un’analisi sull’incidenza che l’epidemia di coronavirus sta avendo sulle persone affette da Sclerosi Multipla e sui loro familiari.

Lo scopo dello studio, è quello di poter riuscire in seguito a calibrare nella maniera migliore possibile gli interventi dell’AISM, nel momento il cui nostro paese supererà l’emergenza. 

Maria De Luca, presidente della sezione AISM di Cosenza, ha spiegato che per poter aiutare al meglio le persone affette da Sclerosi Multipla , è necessario conoscere nei minimi particolari l’impatto che la pandemia di Covid-19 ha avuto sull’accesso alle cure. Queste infatti “sono informazioni essenziali per attivare risposte e poter dare forza e nuovi obiettivi anche alle nostre azioni di advocacy”. 

La De Luca ha poi affermato che nel momento in cui è iniziata l’emergenza, tutti i servizi indispensabili dedicati a queste persone sono stati subito attivati. Ma è comunque intenzione dell’associazione fare di più in tal senso. Ha poi invitato le persone che risultano affette da Sclerosi Multipla, a mettersi in contatto con loro e a compilare il questionario predisposto dall’associazione. Questo allo scopo di consentire all’AISM “in modo mirato” rispetto all’esigenze specifiche che ogni territorio possiede.

Sclerosi Multipla: come contattare l’associazione

Il questionario può essere compilato direttamente dal sito dell’AISM. In pochi giorni l’associazione ne ha ricevuti già tantissimi. Questo permetterà di analizzare l’emergenza coronavirus tra le persone che soffrono di Sclerosi Multipla in tutto il territorio italiano. E questo aiuterà tantissimo l’associazione a potenziare la sua capacità di intervento nei confronti di chi soffre di questa malattia.

In questa emergenza che stiamo vivendo, le richieste di aiuto all’AISM sono aumentate esponenzialmente, ma per fortuna ci sono molti volontari che si sono messi a disposizione dell’associazione per rispondere telefonicamente a chiunque abbia bisogno. Il numero verde nazionale a cui rivolgersi è 800.803028.

Mentre a Cosenza c’è la possibilità di contattare direttamente la presidente provinciale dell’associazione Maria De Luca al numero 345 0136387 . In alternativa, si può contattare lo sportello dell’AISM al numero di telefono 351.8560655.

© RIPRODUZIONE RISERVATA