Calcio

Playoff Serie B: saranno 90 minuti di fuoco

90 minuti alla fine del campionato di Serie B e come al solito di certezze ve ne sono poche. Al di là delle due promosse, Benevento e Crotone, e del già retrocesso Livorno, tutte le squadre in classifica possono ancora cambiare posizionamento, sia in ottica playout che in ottica playoff.

La griglia prima dell’ultima giornata

Attualmente la classifica vede al terzo posto lo Spezia a 58 punti, seguito a solo un punto di distanza dalla squadra rivelazione di questo campionato, il Pordenone. A 55 punti si trova, invece, il Cittadella, che dopo ben cinque sconfitte consecutive ha ritrovato i tre punti nell’ultima giornata. Viene adesso la parte più calda della griglia con tre squadre a pari punti, a quota 53: Chievo Verona, Pisa e Frosinone.

playoff Serie B
Lo Stadio Benito Stirpe di Frosinone fotografato dalla tribuna- © Francesco Pecoraro/Getty Images

A seguito dell’ultimo, inoltre, la zona playoff ha subito diverse modifiche. Il Chievo di Aglietti, grazie alla vittoria esterna sul Vigorito di Benevento, e il Pisa con la vittoria interna contro l’Ascoli, sono riuscite finalmente a riportarsi dentro i giochi.

Ne hanno fatto le spese Empoli e Salernitana. La squadra di Marino nell’ultimo turno è incappata in una sconfitta catastrofica contro un super Cosenza. Al Castellani è arrivata un’altra sconfitta, la seconda consecutiva per un rotondo 1-5 in favore dei ragazzi di Occhiuzzi. La Salernitana, invece, di scena al Nereo Rocco di Trieste, contro il Pordenone, non è riuscita a portare a casa i tre punti.

Playoff certi ma la posizione?

Ultimo atto di regular season pronto a dare spettacolo e a regalare sorprese. Andiamo ad analizzare squadra per squadra i possibili scenari.

Certe di fare i playoff in questa Serie B sono Spezia, Pordenone e Cittadella, ma non è chiaro in che posizione. Lo Spezia di Italiano è terzo, e l’unica squadra a poter insidiare questa posizione è proprio il Pordenone dato che in caso di egual piazzamento tra gli aquilotti, i ramarri e i granata a quota 58 punti si terrebbe conto della classifica avulsa, che non genererebbe nessun cambiamento. Una vittoria dei ragazzi di Tesser e una non vittoria dei bianconeri comporterebbe uno scambio di posizione tra terza e quarta.

Se il Pordenone non dovesse vincere, e il Citta riuscisse ad agguantare i tre punti, addirittura, i granata riuscirebbero a piazzarsi in quarta posizione, partecipando solo a partire dalle semifinali.

Veniamo ora alle tre squadre che chiudono la griglia. Il Chievo gioca in casa contro un Pescara alla disperata ricerca di punti salvezza. La squadra di Aglietti potrebbe arrivare quinta in questa tribolato campionato e le possibilità non sono affatto remote: innanzitutto, i gialloblù dovrebbero vincere e, contemporaneamente, si dovrebbe verificare la sconfitta del Cittadella a Cremona, senza considerare lo scontro diretto dello Stirpe dato che sia Frosinone che Pisa hanno gli scontri diretti a sfavore con i clivensi.

Frosinone-Pisa: il crocevia dei playoff

La partita con più riflettori puntati è proprio quella tra Frosinone e Pisa. Entrambe le squadre, appaiate a 53 punti, si sfideranno in una gara che sarà in ogni caso verdetto. Partita che sarà condizionata tantissimo dai risultati degli altri campi. La Salernitana e l’Empoli sono rispettivamente e -1 e -2 dai playoff. Se allo Stirpe le due squadre pareggiassero, una vittoria di Empoli e Salernitana causerebbe l’esclusione di ciociari e pisani.

Per la squadra di Ventura l’accesso ai playoff di Serie B passa per l’Arechi nella sfida contro lo Spezia. Qui i granata si giocheranno il tutto per tutto poiché per arrivare ai playoff un solo risultato è disponibile: la vittoria. Se la Salernitana vincesse, i playoff sarebbero matematici proprio perché una tra Frosinone e Pisa rimarrebbe fuori.

La strada è più in salita per l‘Empoli dato che i tre punti potrebbero non essere necessari. Mancuso e compagni devono prima vincere contro un Livorno che ha già mollato, anche se si tratta pur sempre di un derby, e sperare che a Salerno la sfida non termini con una vittoria per i padroni di casa. In tal caso, i toscani causeranno l’esclusione dei loro “cugini” pisani.

Vieni a seguirci su Facebook!

Back to top button