Cultura

“Sex and the City”: il revival a dicembre su HBO Max

Adv
Adv

Sex and the City” spopolerà a dicembre con il suo revival negli Stati Uniti d’America sulla piattaforma HBO Max. La serie seguirà le avventure di Carrie (Sarah Jessica Parker), Miranda (Cynthia Nixon) e Charlotte (Kristin Davis) alle prese con i loro cinquant’anni. Mancherà invece all’appello Kim Cattrall nei panni di Samantha Jones.

“Sex and the City” arriva in dicembre con una nuova serie su HBO Max

Arriva in dicembre il revival di “Sex and the City”. La serie tv uscirà negli Stati Uniti d’America sulla piattaforma HBO Max. Tutti i fan erano già rassegnati nel vedere la serie appena nel 2022, ma la produzione ha anticipato l’uscita. Secondo quanto annunciato all’evento di lancio di HBO Max Europe, il revival uscirà già nel 2021. Le riprese del nuovo “Sex and the City” sono ancora in corso a New York, ma la serie finita dovrebbe già essere pronta entro la fine di novembre. La notizia è arrivata ieri da Vanity Fair.

La serie seguirà le avventure di Carrie (Sarah Jessica Parker), Miranda (Cynthia Nixon) e Charlotte (Kristin Davis) alle prese con i loro cinquant’anni con nuovi problemi e scelte da compiere. Non ci sarà più Kim Cattrall nei panni di Samantha Jones. Torneranno però alcune vecchie conoscenze come Chris Noth, Mario Cantone, David Eigenberg e Willie Garson, scomparso il 21 settembre all’età di 57 anni. Tra le new entry ci sarà invece Sara Ramírez, Sarita Choudhury, Nicole Ari Parker e Karen Pittman. La serie coinvolge inoltre come produttrici esecutive anche le stesse Sarah Jessica Parker, Kristin Davis e Cynthia Nixon, oltre che Julie Rottenberg, Elisa Zuritsky e John Melfi.

A distanza di 23 anni, le cose non cambieranno molto a Sex and the City. Il revival punterà su elementi già utilizzati nelle serie passate. Parte della stampa americana non ha creduto molto ai discorsi sull’inclusività promossi alla vigilia delle riprese con le foto delle protagoniste invecchiate e con Carrie con la ricrescita ai capelli. Secondo la critica, la serie confermerà come Carrie sia rimasta la “narcisista tossica” che era negli anni Duemila, senza alcuna possibilità di crescita e di evoluzione dettata dal tempo, come riporta il Vanity Fair. Solo con la visione della nuova serie sarà possibile vedere se le protagoniste sono maturate dopo 23 anni e se sono o meno cambiate.

Adv
Adv

Related Articles

Back to top button