Musica

Stevie Wonder: la leggenda del soul compie settantadue anni

Stevie Wonder, l’uomo che ha portato la musica soul al grande pubblico, compie settantadue anni. Il suo sound sempre fresco che mescola funk, soul, pop e r&b ha ispirato altri geni della musica come Michael Jackson, Lionel Richie, Prince e molti altri. Da più di trent’anni fa parte della Rock’n’roll hall of fame, importante museo americano che racchiude al suo interno cimeli su tutti i più grandi artisti di sempre

Stevie Wonder: una leggenda della musica attiva nel sociale

Non vedente dalla nascita per via di una malformazione alla retina, Steve Wonder ha dedicato tutta la sua giovinezza allo studio della musica, rivelandosi già in tenera età una promessa di quest’ultima. Puro innovatore, riuscì a trovare la formula perfetta per mescolare sound apparentemente lontani tra loro tramite l’uso mirato di sintetizzatori e strumenti come pianoforte o armonica a bocca, di cui è maestro. Una carriera iniziata nel 1992, alla tenera età di dodici anni sotto guida del mentore Ray Charles e proseguita ininterrottamente fino al 2005.

Sono ben trent’otto gli album del genio polistrumentista di Saginaw, di cui otto raccolte e tre live. Un autentico bambino prodigio che a quattro anni era già in grado di suonare il pianoforte. Impossibile non citare la dolcezza delle note di Isn’t she lovely, in cui spolvera il suo lato più romantico. Altrettanto indimenticabile il groove di Superstition, con cui si aggiudicò due grammy award come migliore canzone R&b. Probabilmente questi sono i due singoli più famosi, ma sarebbe impossibile racchiudere in poche righe la carriera e i brani di successo di una stella di tale portata.

Oltre alla musica, inoltre, Steve Wonder si è sempre distinto per un forte impegno sociale, con cospicui aiuti economici alle associazioni per non vedenti. Numerosi anche i concerti no profit a sostegno delle popolazioni del terzo mondo. In totale, in più di mezzo secolo di carriera, ha vinto la bellezza di venticinque grammy awards ed un premio Oscar e Golden globe per il brano I just called to say a love you, altro singolo di immenso valore. Quindi auguri al titanico Stevland Hardaway Morris, in arte Steve Wonder, nella speranza torni presto a regalarci ulteriori perle musicali

Andrea Pastore

Back to top button