Con l’avvicinarsi del rilascio della Snyder Cut di Justice League, anche David Ayer, regista di Suicide Squad, torna sul suo film, rivelando un dettaglio sul Joker dalla sua visione originale della pellicola.

Quando uscì, nel 2016, Suicide Squad colpì molto negativamente il pubblico. Benché molti avessero apprezzato le interpretazioni di Margot Robbie, Viola Davis e Will Smith, e l’atmosfera leggera, il film aveva enormi problemi in fatto di trama, scrittura e montaggio. Venne in seguito rivelato che ciò che era stato visto nei cinema era una versione pesantemente rimaneggiata del girato originale del regista David Ayer. Presto, però, HBO Max rilascerà nuovamente Justice League, nella versione però rimontata dal regista Zack Snyder, e così si sono moltiplicate le richieste per un “Ayer Cut” di Suicide Squad. Prendendo la palla al balzo, il regista californiano ha rivelato interessanti dettagli riguardanti la sua visione del film.

Joker ancora più folle

Suicide Squad
Photo credits: web

Una delle maggiori critiche rivolte a Suicide Squad fu la gestione del Joker: il pagliaccio principe del crimine, nella versione di Jared Leto, non ha mai convinto il pubblico. Oltre ad apparire per davvero pochissimo tempo lungo la pellicola, sono state molto criticate la sua estetica, il suo comportamento, ma soprattutto, la sua relazione con Harley Quinn. Nei fumetti Joker è particolarmente violento e abusivo verso di lei. Nel film, invece, Joker sembra perdutamente innamorato di lei, mettendo in pericolo se stesso e i suoi uomini per salvarla. Tuttavia, pare che Ayer avesse in mente di arricchire il tutto con dettagli più macabri.

Nel trailer del film, realizzato prima del montaggio finale, si nota una scena ambientata nel covo del Joker. Qui, su un divano alle sue spalle, si vede il cadavere di una ragazza somigliante ad Harley Quinn. Tale scena (visibile nella foto) in realtà è presente nel film, ma sul divano non c’è nulla. Questo ha portato TheDirect a supporre che, da quando Harley è stata arrestata, Joker rapisce e traveste ragazze come lei, per poi ucciderle perché insoddisfatto del risultato. Quando gli è stato chiesto su Twitter cosa ne pensasse, Ayer ha semplicemente risposto “Non è sbagliato“.

Nonostante la pessima ricezione da parte di fan e critica, Suicide Squad fu un grande successo in fatto di incassi. Contribuì inoltre al rilanciò dei fumetti sulla Task Force X, oltre a rendere Harley Quinn uno dei personaggi di punta della DC Comics. Un soft reboot firmato James Gunn e intitolato soltanto The Suicide Squad, è previsto per il 2021, mentre un videogioco, realizzato da Rocksteady, è stato da poco annunciato. Tra tutti queste novità, potrà trovare posto una Ayer Cut?

Seguici su Facebook!

© RIPRODUZIONE RISERVATA