Gossip e Tv

Tapiro d’oro a Fedez per il presunto sfruttamento del figlio Leone: questa sera a Striscia la Notizia

Questa sera a Striscia la Notizia Tapiro d’Oro a Fedez per il presunto sfruttamento sui social del figlio Leone. E, ancora, si continua a parlare degli scandali elettorali per il voto degli italiani all’estero. Ecco le anticipazioni della serata.

Fedez, settimo Tapiro d’Oro per la polemica sullo sfruttamento del figlio Leone

Tapiro d'oro Fedez
Photo Credits: Mediaset

Questa sera a Striscia la notizia (Canale 5, ore 20.35) Valerio Staffelli consegna il Tapiro d’Oro a Fedez, il 7° della carriera, dopo la polemica per il presunto “sfruttamento” del figlio Leone, distolto dai suoi disegni per “posare sorridente” in una storia su Instagram.

«Era il momento dello spegnimento delle candeline e la tata ha solo chiesto a Leone di smettere di disegnare, fare un sorriso e poi riprendere a disegnare».

Chiarisce il rapper, che aggiunge:

«In Italia esistono un sacco di famiglie che monetizzano attraverso i figli, ma non siamo noi quelli a cui andare a bussare alla porta. Non facciamo pubblicità con i nostri figli, ma delle semplici foto».

Il servizio completo questa sera a Striscia la notizia (Canale 5, ore 20.35).

 Pinuccio torna a indagare sullo scandalo del voto degli italiani all’estero

 Questa sera a Striscia la notizia (Canale 5, ore 20:35) Pinuccio torna a indagare sullo scandalo del voto degli italiani all’estero, perché l’inviato del Tg satirico è letteralmente sepolto da segnalazioni da tutto il mondo su anomalie che riguardano le ultime elezioni e non solo. «Vivo qui da 13 anni e non mi è mai arrivato il plico delle votazioni a casa. Così ho chiamato l’ambasciata italiana e mi hanno risposto che non è obbligatorio votare», dichiara un italiano residente in Perù. Un altro che vive in Svizzera dice:

«Oltre al mio plico elettorale ho ricevuto anche quello di mia figlia, che però a differenza mia non ha la cittadinanza italiana».

Mentre una ragazza dalla Francia denuncia di aver ricevuto il plico addirittura dopo le elezioni:

«Avrei dovuto riceverlo entro il 22 settembre, invece l’ho ricevuto il 26».

Pinuccio si domanda se c’è almeno un italiano all’estero che sia stato in grado di votare regolarmente e lancia nuovamente il suo appello per cambiare, una volta per tutte, il metodo di voto all’estero.

Il servizio completo questa sera a Striscia la notizia (Canale 5, ore 20.35).

Seguici su Google News

Back to top button