Andiamo a vedere l’evoluzione del ranking ATP e chi ha dominato la classifica mondiale dal 1990 al 2020.

Pete Sampras, Stefan Edberg, Andre Agassi, Roger Federer, Novak Djokovic, Rafael Nadal. Vere e proprie leggende che hanno scritto pagine e pagine di questo sport. I dibattiti su chi sia stato il più grande di sempre sono stati e saranno sempre numerosi. C’è chi considera il numero di Slam vinti, chi, accanto a questo, la combinazione di stile ed efficacia, chi poi prende in considerazione anche il numero di settimane spese ai vertici del ranking ATP e il numero di punti raggiunto. Attraverso il contributo di Statistics and data possiamo meglio prendere in analisi quest’ultimo punto, vedendo l’evoluzione della Top 10 nel corso delle due ultime decadi.

Come ai può vedere, Federer è quello che più di tutti è rimasto in vetta al ranking ATP, sia per settimane totali (310) che per settimane consecutive (237). Prima di lui era Pete Sampras a detenere questo record assoluto, con 286 settimane da numero 1 in classifica. Chi può mettere in discussione il posto del campione statunitense è Nole Djokovic, a quota 275. Per Rafa Nadal, invece, sono 209 le settimane in cima alla classifica mondiale.

Probabilmente questo dato da solo non è sufficiente per decretare chi sia il più forte degli ultimi decenni; dopotutto risulta difficile comparare tennisti che hanno giocato in ere differenti, in differenti condizioni e che non hanno mai avuto uno scontro diretto al proprio apice tennistico. Sarebbero tanti, troppi i fattori da considerare per venirne a capo. Ma dopotutto quando si ama uno sport viene più che naturale farsi ingolosire da questo tipo di analisi, consapevoli però che ciò che conta davvero è godersi quello che questi meravigliosi interpreti ci hanno regalato e ci regaleranno.

© RIPRODUZIONE RISERVATA