Cinema

“Tutto può succedere” Jack Nicholson e Diane Keaton insegnano che l’amore non ha età

Jack Nicholson e Diane Keaton sono i protagonisti di “Tutto può succedere”, il cui titolo originale “Something’s Gotta Give” è lo stesso di una canzone degli anni ’50.

Un playboy incallito che non ha mai trovato l’amore

Harry Sanborn (Jack Nicholson) è un imprenditore newyorchese ultrasessantenne, proprietario di un’importante etichetta hip hop, che non si è mai sposato e per tutta la vita non ha mai frequentato una donna che avesse più di 30 anni. La sua ultima conquista, la giovane banditrice d’asta Marin, lo invita a trascorrere il weekend nella sua villa al mare, non sospettando che sua madre Erica (Diane Keaton) e sua zia Zoe hanno avuto la stessa idea. Erica è una commediografa di successo, divorziata e single, il cui ex marito (e padre di Marin) è ancora il regista delle sue commedie.

Photo credit: dal web
Photo credit: dal web

“Tutto può succedere”, Jack Nicholson e Diane Keaton: un fascino senza età

Se Harry ha il terrore delle donne mature e rincorre gioventù e leggerezza, Erica, al contrario, è una donna adulta, convinta che sia troppo tardi per ritrovare quell’amore spensierato che solo i giovani possono provare. Ma la situazione sta per ribaltarsi: durante il soggiorno alla villa al mare, Harry ha un attacco di cuore e viene portato in ospedale. Qui Erica incontra il giovane medico Julian Mercer (Keanu Reeves), da sempre un suo ammiratore, e si prende una bella cotta. La donna decide di lasciarsi andare e si concede la possibilità di provare ad innamorarsi di Julian, ma nel frattempo Harry inizia a provare qualcosa per Erica. Così i ruoli si invertono, ma, durante il weekend passato in famiglia, l’antipatia iniziale tra Harry ed Erica lascia il posto ad un’attrazione destinata a rimescolare tutte le carte in tavola e dimostrare ai protagonisti che “Tutto può succedere”

Photo Credit: dal web
Photo Credit: dal web

Something’s Gotta Give

Il titolo della pellicola del 2003, diretta da Nancy Meyers, è ripreso dal titolo di una canzone del cantante country statunitense Johnny Mercer, del 1954. In suo onore, il personaggio di Keanu Reeves, Julian Mercer, porta il suo cognome. “Tutto può succedere” andrà in onda questa sera su La 5.

Vera Martinez

Back to top button