Oggi ricorre il Venerdì Santo in cui si celebra in tutto il mondo cattolico la Passione di Cristo attraverso la celebrazione liturgica del pomeriggio e la Via Crucis che ricorda la dolorosa salita al Golgota di nostro Signore Gesù Cristo, la sua crocifissione e la sua deposizione nel Santo Sepolcro. Si tratta di un rito molto antico che inizialmente si poteva svolgere solo in Terrra Santa ma, poi causa la lontananza di molti fedeli, ha travalicato i confini venendo celebrato in tutto il mondo.

La via Crucis e la Passione di Cristo


La celebrazione della Passione di Cristo inizia con la funzione religiosa pomeridiana in cui è prevista l’ Adorazione della Croce, senza il suono delle campane in segno di lutto e senza Consacrazione poiché si consuma l’ostia consacrata il giorno prima durante la Santa Messa in Coena Domini. In seguito si svolge la Via Crucis dove è rievocata la Passione di Cristo con la meditazione attraverso 14 Stazioni. Queste vanno dalla condanna a morte di Gesù alla deposizione nel sepolcro. A queste è possibile aggiungere una quindicesima Stazione che riguarda la meditazione sulla Resurrezione di Cristo. Inoltre in questo giorno è previsto per il fedele il digiuno e l’astinenza dalla carni cosi come avviene per il Mercoledì delle Ceneri.

la Via Crucis di Gerusalemme

La tradizione popolare


La tradizione popolare del Venerdì Santo porta allo svolgimento di antiche processioni serali dette del Cristo Morto, in cui vengono portati da incappucciati per le vie del paese le statue dell’Addolorata e del Cristo deposto dalla croce, con la litania dei canti gregoriani. In alcune di esse, come quelle in Sicilia, vengono effettuate vere e proprie rievocazioni della Passione di Cristo. Oggi queste processioni purtroppo sono state annullate a causa dell’emergenza del coronavirus spezzando vere e proprie tradizioni secolari.

La Via Crucis quest’anno

La via Crucis al tempo del Coronavirus


Oggi papa Francesco, a causa dell’emergenza, presiederà la Celebrazione della Passione di Cristo a San Pietro senza popolo che potrà assistere in diretta tv. Anche la Via Crucis verrà effettuata senza fedeli sul sagrato della Basilica di San Pietro e non al Colosseo, come avviene tradizionalmente, alle 21 di questa sera. Le meditazioni della Via Crucis di quest’anno sono state proposte dalla cappellania della Casa di Reclusione “Due Palazzi” di Padova su invito di Papa Francesco. Sono state redatte da 14 persone diverse tra cui anche detenuti.

© RIPRODUZIONE RISERVATA