ViaggiAmo

Visitare Barcellona sui luoghi dei romanzi di Carlos Ruiz Zafón

Barcellona è certamente una delle mete più ambite per i viaggi, che siano con amici oppure in famiglia; la capitale della Catalogna e i suoi splendidi luoghi sono stati raccontati a più riprese dallo scrittore Carlos Ruiz Zafón (scomparso prematuramente il 19 giugno 2020) nei suoi romanzi, il più famoso dei quali è certamente L’ombra del vento.

E proprio oggi noi di Metropolitan Magazine vogliamo guidare voi lettori in un itinerario inedito attraverso i luoghi meravigliosamente narrati dallo scrittore. Chissà che non siano da spunto per un viaggio letterario!

Barcellona: le strade e i luoghi che hanno ispirato Carlos Ruiz Zafón

Barcellona luoghi zafón © Pinterest
Els Quatre Gats © Pinterest

La storia de L’ombra del vento, e il nostro tour, inizia da Carrer de Santa Anna, una piccola traversa delle Ramblas in cui sorgeva la libreria e la casa del protagonista del romanzo, Daniel Sempere. Qualche anno fa, effettivamente, al civico n°4 vi era la libreria Cervantes Canuda, fondata negli anni ’30, dotata di una grande vetrata, proprio come quella del romanzo.

Dalla via si giunge nelle viscere del Barrio Gotico, uno dei quartieri più famosi di Barcellona nonché luogo principale dove Zafón ha ambientato i suoi romanzi. Qui sarà possibile trovare in Carrer de Montsió lo storico locale Els Quatre Gats, dove Daniel Sempere mostra a Don Gustavo Barcelò il libro che ha scelto al Cimitero dei Libri Dimenticati.

Si prosegue per Carrer de Petrixol, dove sorge ancora oggi la pasticceria La Pallaresa, in cui il piccolo Daniel si fermava sempre insieme a Clara, nipote di Don Gustavo, a mangiare un dolce. Camminando verso sud si giunge a Carrer de Ferran, dove sorgeva la libreria di Don Gustavo ma soprattutto dove, sotto i portici, Daniel incontra Fermìn Romero de Torres: questo incontro fortuito darà vita a una delle storie di amicizia più belle e intense della novellistica.

Prima di proseguire in direzione del porto è d’obbligo una tappa nella semi-nascosta Plaça de Santa Felip Neri, tra Avinguida Cathedral e Carrer de la Palla. Qui il Daniel adolescente incontra Nuria Monfort, colei che gli rivela la verità dietro il libro e il suo misterioso autore Julián Carax. Il luogo è suggestivo anche per l’importanza storica: sul portone e la facciata della chiesa, infatti, sono visibili ancora oggi i fori dei proiettili risalenti alle esecuzioni pubbliche del regime franchista.

Verso il porto: l’incontro con Julián Carax

Passei de Colom e, sulla sinistra, il monumento a Cristoforo Colombo © Wikimedia

Prima di lasciare il Barrio Gotico è obbligatoria una visita a Plaça Rejal, dove vivevano i Barcelò. Proseguendo verso sud si giunge nella zona del porto, dove su Passeggi de Colom si trova l’imponente monumento a Cristoforo Colombo, dove Daniel incontra Julián Carax.

A questo punto del tour, vi sarà presumibilmente venuta fame: perché allora non terminare l’itinerario andando in un altro dei luoghi simbolo de L’ombra del vento? Proseguendo verso est dal monumento a Cristoforo Colombo, infatti, si troverà sulla propria sinistra Carrer del Comer (Via del Mangiare: un nome, un programma): imboccandola e svoltando nella prima via a destra, si arriva a Carrer de Montcada, dove ci si può deliziare con “qualche crocchetta di prosciutto e un frizzantino” a El Xampanyet, il locale dove Daniel e Fermìn amavano recarsi a mangiare. Sulla stessa via sorge il Museo Picasso, che ricorda molto a livello architettonico l’ospizio di Santa Lucia, che Zafón racconta essere proprio in questa via.

Dove si trova il Cimitero dei Libri Dimenticati?

Carrer de l’Arc del Teatre © Flickr

A questo punto del tour vi starete chiedendo, appunto, dove si trova il celebre Cimitero dei Libri Dimenticati. Purtroppo non esiste, ma potete comunque recarvi nella via dove Zafón lo fa sorgere.

Per farlo dovete tornare indietro, fino al monumento a Cristoforo Colombo, e imboccare la Rambla. Il vostro obiettivo, stavolta, non sarà il Barrio Gotico, ma il quartiere che sorge al lato opposto di questo grande viale, ossia El Raval. Qui troverete Carrer de l’Arc del Teatre, la via dove Zafón racconta esserci il Cimitero dei Libri Dimenticati. Chissà che, se cercato bene, non troviate anche voi un portone blindato che vi condurrà nel luogo che vi cambierà la vita…

Chiara Cozzi

Seguici su Google News

Chiara Cozzi

Critica cinematografica per passione, scrittrice per vocazione.
Back to top button