Il rilascio di Wonder Woman 1984, l’atteso sequel del film targato DC Comics/Warner Bros., è stato spostato ancora una volta.

La pandemia del Covid-19 di quest’anno continua a far danni anche al mondo del cinema. Warner Bros. ha deciso nuovamente di spostare la data di uscita di Wonder Woman 1984, il sequel del film di Patty Jenkins rilasciato nel 2017. Fortunatamente, non di molto: si parla del 25 dicembre di quest’anno.

Uno spostamento tattico

Wonder Woman
Photo credits: web

Il rilascio “sperimentale” di Tenet ha prodotto risultati inferiori alle aspettative, ed è comprensibile che Warner Bros. decida di andare sul sicuro. Il nuovo blockbuster di Christopher Nolan ha incassato circa 10 milioni $ (stando a Indiewire) nel week-end d’apertura, contro i 20 previsti dalla casa di produzione. Per questo, pare che spostare Wonder Woman 1984 dal 2 ottobre al 25 dicembre sia una mossa utile anche a Tenet, giacché avrebbe più tempo per incassare e riguadagnare almeno i costi di produzione (al momento attuale, ha incassato 152 milioni $ contro i 200 di budget).


Il primo Wonder Woman, diretto da Patty Jenkins e con Gal Gadot nel ruolo della protagonista, è uscito nel 2017 ed è stato un immediato successo. Ha incassato 821 milioni $ contro i circa 150 di budget, risultando il film diretto da una donna più redditizio di sempre. Gadot ha poi ripreso il ruolo per Justice League e lo riprenderà per questo sequel, diretto sempre da Jenkins.

Wonder Woman 1984 era inizialmente previsto per il 13 dicembre 2019, ma poi anticipato al 1 novembre. Un successivo, sfortunato spostamento al 5 giugno 2020 ha direttamente condotto al suo rilascio per il 14 agosto, poi rimandato al 2 ottobre e, infine, al 25 dicembre. Un ultimo spostamento che evita la contemporaneità con le importanti uscite di film come Soul e Black Widow, che arriveranno a novembre. Da notare che Dune di Denis Villeneuve rimane ancora previsto per il 18 dicembre; è ragionevole supporre in un suo spostamento a breve.

Seguici su Facebook!

© RIPRODUZIONE RISERVATA