Metropolitan Today

14 Ottobre 1894, il Pandoro di Melegatti ottiene il suo brevetto

Accadde oggi: il 14 Ottobre 1894 viene brevettato e registrato il Pandoro, l’iconico dolce simbolo del Natale che sulle tavole degli italiani “sfida” da sempre il suo rivale e compagno, il Panettone. Proprio oggi, il signor Domenico Melegatti ottenne l’attestato di privativa industriale dal Ministero di Agricoltura e Commercio del Regno d’Italia. Si trattava di un vero e proprio brevetto, richiesto per tutelare l’invenzione di Melegatti.

La nascita del dolce natalizio

Per la sua ricetta, Melegatti si ispirò ad una antica tradizione veronese. Durante il periodo natalizio, precisamente la sera della vigilia di Natale, le donne dei villaggi si riunivano per impastare il cosiddetto “Levà. Questo era un dolce lievitato ricoperto da granella di zucchero e mandorle. L’inventore del pandoro prese la ricetta del Levà, eliminò la copertura, che poteva ostacolare la lievitazione e aggiunse uova e burro allo scopo di rendere morbido l’impasto. Le prime tracce della ricetta, però, risalgono ad un momento di molto precedente. Secondo alcuni il dolce fa parte della tradizione della corte degli Asburgo, secondo altri invece, la ricette sarebbe da datare al rinascimento, identificata nel “Pan de oro” consumato a Venezia. Per altri ancora è il successore del nadalin, un dolce tipico natalizio di Verona a forma di stella, che viene prodotto ancora oggi da alcuni pasticceri.

14 Ottobre 1894, la nascita del Pandoro moderno

La ricetta del pandoro, nasce comunque a Verona dove, già prima del brevetto, veniva preparato un dolce natalizio dalla forma di stella ad otto punte. Melegatti decise di trasformarla in un prodotto unico, anche nella forma. Per questo si rivolse all’amico pittore Angelo dall’Oca Bianca, noto all’epoca per aver esposto alcune delle sue opere anche all’Esposizione universale di Parigi e alla Biennale di Venezia. Da questo incontro nasce il Pandoro come siamo abituati a conoscerlo.

La versione che mangiamo tutti gli anni a Natale, però, ha origini molto più recenti. Si deve alla geniale intuizione del pasticcere Domenico Melegatti, appunto, fondatore dell’omonima industria dolciaria. Anche i caratteristici stampi a piramide tronca con base a stella furono una creazione di Melegatti. E fu proprio mentre sperimentava un nuovo stampo a stella che, secondo la leggenda familiare, un garzone, di fronte alla prima fetta del nuovo dolce illuminata da un raggio di sole, esclamò stupito: “l’è proprio un pan de oro”.

Ilaria Festa

Seguici su:
Instagram
Facebook
Metropolitan

Adv
Adv
Back to top button