ApprofondiNerd

But first, name: l’origine dei nomi delle streghe

Nella fase di definizione di un personaggio di un film o di un libro, oltre al carattere, l’aspetto e la missione, anche il nome gioca un ruolo importante. Chi crea il personaggio si ritrova inevitabilmente al punto di dover scegliere un nome e le influenze che determinano la scelta sono tantissime. Dal gusto personale dell’autore, al suono, all’ispirazione di persone reali fino al significato. Torniamo indietro nel tempo per scoprire l’origine dei nomi di alcune streghe famose.

I nomi delle streghe dal fumetto alla TV

Sabrina

Molto famosa è la strega Sabrina Spellman che fa la sua prima apparizione nei fumetti di Archie Comics nel 1962. La sua popolarità è stata alimentata da diverse serie TV, sia in live action sia animate e anche da film TV. La prima apparizione sullo schermo è del 1996, con Sabrina, vita da strega e tra le più recenti c’è la serie di Netflix del 2017, Le terrificanti avventure di Sabrina.

La storia del nome Sabrina è collegata ad un’interessante leggenda che si conclude con la ninfa di un fiume. Quindi, non una strega, ma comunque una creatura magica, proprio come il personaggio che porta lo stesso nome.

La strega di nome Sabrina Spellman nella recente versione del 2017.
“Le terrificanti avventure di Sabrina” © Netflix

Tra i significati del nome Sabrina c’è il legame al frutto del cactus, in ebraico “sabre”, per cui prende il significato di piena di spine, ma dolce. La derivazione del nome si attribuisce anche al fiume Severn, chiamato così in seguito ad una leggenda.

Questa narra di Hafren (latinizzato in Sabrina), figlia del re dei britanni, Locrino, e della sua seconda moglie, figlia del re dei germani. Locrino, però, non sposa la madre di Hafren, ma la figlia del re di Cornovaglia, Gwendolen. Quando il re ripudia la moglie per tornare dalla madre di Hafren, scoppia una guerra. La vittoria va alla regina Gwendolen che condanna Hafren, annegandola nel fiume. Proprio per questo motivo, il fiume prende il nome della fanciulla. Inoltre, la leggenda considera Hafren la ninfa del fiume.

Scarlet

Scarlet Witch, eroina dell’universo Marvel fa la sua prima apparizione nei fumetti nel 1964. Rivista anche in diversi film del Marvel Cinematic Universe, raggiunge l’apice della popolarità con la recente serie a lei dedicata, WandaVision. Meglio conosciuta come Wanda Maximoff, soprattutto nei film dell’MCU. Prende come nome da supereroina quello di Scarlet Witch.

“Witch”, strega, una scelta di un nome diverso dai tipici soprannomi dei supereroi, che va a sottolineare la potenza e la particolarità del suo potere. Nei fumetti la magia caratterizza la famiglia di Wanda, in particolare anche la madre aveva abilità speciali. La piccola Wanda ottiene i suoi poteri fin da piccola e con il tempo si sviluppano sempre di più.

Wanda diventa Scarlet Witch on "WandaVision".
Scarlet Witch in “WandaVision” © Marvel

Il nome Scarlet si associa al colore rosso scarlatto e l’origine indica una persona che vende e produce un indumento finemente lavorato, spesso di colore rosso. La derivazione dal latino indica segnato, con riferimento alle decorazioni dei tessuti.

Nel corso delle generazioni, diversi membri della famiglia Maximoff, una linea di sangue rom, sono nati con un forte talento per la magia. Diversi membri della famiglia associano la loro magia allo scarlatto, chiamandosi Scarlet Witch o Scarlet Warlock, proprio come alcuni altri stregoni scelgono di identificarsi con colori complessi piuttosto che di base. Wanda assume il nome di Scarlet Witch e rivela che il nome le è venuto in mente quando si è resa conto per la prima volta di avere dei poteri, segno che stava ereditando le abilità magiche di sua madre.

I nomi delle streghe nei film

Winifred

Tra le altre streghe popolari dei film ci sono le tre sorelle di Hocus Pocus: Winifred, Sarah e Mary. Dai nomi piuttosto comuni, molto popolari nel periodo in cui inizia il film. Le tre sorelle vivono alla fine del 1600 e segretamente si occupano dei loro incantesimi. In particolare si impegnano a mantenersi giovani succhiando la linfa vitale dei malcapitati. Vengono, però, catturate e impiccate, ma grazie a un sortilegio resuscitano 300 anni dopo.

Ora consideriamo il nome della sorella maggiore: Winifred Sanderson, il suo significato e la sua storia non fanno pensare ad una strega, anzi, il nome è associato ad una santa. Partendo proprio dalla storia della santa, possiamo trovare un collegamento a quello che capita a Winifred nel film, in merito alla rinascita.

Nomi delle streghe - La sorella di nome Winifred Sanderson di "Hocus Pocus".
Winifred di “Hocus Pocus” © Disney Wiki

Winifred è composto dai termini “gwen” e “frewi” che rispettivamente indicano purezza e riconciliazione. La popolarità del nome si fa strada intorno al 1500 e viene portato dalla santa Winifred del Galles.

Si racconta che Winifred era la figlia di un ricco soldato e con una lontana parentela con il re del Galles del sud da parte di madre. Un giovane guerriero si innamora della fanciulla, ma questa lo respinge più volte. Il guerriero non vuole sentire ragione, tant’è che un giorno cerca di violentare la ragazza. Winifred fugge fino alla cappella di San Beuno, ma lì l’uomo la raggiunge e le taglia la testa. Al suo arrivo, San Beuno invoca il castigo di Dio: il guerriero muore e la ragazza torna in vita.

Kiki

Il film Kiki, consegne a domicilio del 1989 dello Studio Ghibli ha come protagonista Kiki, una giovane strega di tredici anni. Per la ragazzina è arrivato il momento di partire da casa con la sua scopa per svolgere la sua attività in un’altra città. Partita con entusiasmo, si ritrova delusa con una conseguente perdita di fiducia. Si troverà di fronte a qualcosa di importante: capire come passare dalla vita da bambina a quella di adulta trovando il suo scopo.

Nomi delle streghe - La strega di nome Kiki in "Kiki consegne a domicilio".
Kiki © Twitter

Il nome Kiki assume diversi significati a seconda dei paesi. Ad esempio, l’origine francese attribuisce il significato di doppia felicità, in greco, invece, significa domenica, mentre in norvegese indica seguace di Cristo o unto. In giapponese, paese di origine del film, il nome indica crisi. Che possiamo considerare come estrema sintesi di quello che si trova ad affrontare la protagonista.

Per i nomi delle streghe è tutto, ci rivediamo tra due settimane con un nuovo appuntamento di But first, name per scoprire tante altre curiosità sul significato e l’origine dei nomi dei personaggi!

Seguici sui social:
Facebook
Instagram

Elisa Scaglia

Adv
Adv
Adv
Back to top button