Attualità

Coronavirus, in Irlanda torna il coprifuoco

Il primo ministro irlandese, Micheál Martin, ha annunciato il ritorno del coprifuoco in Irlanda. Da giovedì sera sarà ripristinata la chiusura anticipata e obbligatoria di pub e ritornati alle 23:30. Raccomandato il lavoro da casa per tutti coloro che ne hanno la possibilità.

In Irlanda torna il coprifuoco: le nuove misure per frenare l’impennata di contagi

A seguito dell’impennata di contagi in Irlanda, sulla scia del Regno Unito, il Governo irlandese ha approvato nuove misure anticovid. Da giovedì pub, ristoranti e locali notturni hanno l’obbligo di chiusura anticipata alla 23:30. Si torna quindi ad un “semi-lockdown” e il governo irlandese raccomanda il lavoro da casa per tutti coloro che siano in grado di svolgerlo. Inoltre, sono previste delle misure più rigide sull’isolamento precauzionale di 5 giorni in caso di contatti con persone positive e sull’uso delle mascherine. I test antigenici sono offerti a basso costo e la terza dose, il ‘booster, sarà estesa a tutti gli over 50. Da giovedì sarà obbligatorio esibire il Green Pass per l’accesso a cinema o teatri, ma non per saloni di bellezza o palestre.

Nell’ultimo mese anche in Regno Unito si è avuto un forte aumento di contagi, anche se al momento sembra esserci una frenata parziale. Il Regno Unito ha infatti esteso la somministrazione delle terze dosi del vaccino anti-Covid a tutti gli over 40.

La situazione Covid in Italia

Sono 123.396 gli attualmente positivi al Covid in Italia, 2.521 in più nelle ultime 24 ore. Sono 7.698 i positivi ai test Covid individuati nelle ultime 24 ore, secondo i dati del Ministero della Salute. Le vittime sono invece 74. Il tasso di positività è all’1,1%, in calo rispetto al giorno precedente. I pazienti in terapia intensiva sono 481, con 41 ingressi giornalieri. I ricoverati con sintomi nei reparti ordinari sono 3.970.

Seguici anche su Facebook e Instagram

Back to top button