Moda

Il ritorno di Pitti Uomo con il tema Pittiway: animali, design e la moda eco

Tutto pronto a Firenze per il ritorno di Pitti Uomo, da martedì 10 febbraio a venerdì 13 febbraio. Una rivincita per la moda, ma soprattutto per Firenze e per l’Italia. L’edizione 103 di Pitti Uomo debutterà domani, anche se con numeri totalmente diversi da quelli pre pandemia (circa 800 contro i 1.200 del 2020). Il grande ritorno esordirà presso la Fortezza da Basso, con un totale di 789 brand (311 provengono dall’estero, pari al 40% del totale).

Ad allestire gli stand, il tema Pittiway, che racconterà i guardaroba che l’uomo vestirà nel prossimo autunno/inverno, interrogandosi sul futuro e sulle direzioni che prenderà la moda. La squadra Pitti, sempre aperta alle sfide contemporanee, ha cercato di rispondere a questa domanda, allargando la fiera ad altri settori. Sarà infatti, un’edizione ricca di novità, all’insegna della voglia di scoprire, muoversi, sperimentare. Quale termine più adatto ad esprimere il tutto, se non «Lifestyle», che racchiude progetti inediti che intercettano i desideri dei nuovi consumatori.

Pitti Uomo ed i nuovi desideri del lifestyle di oggi

Pitti Uomo, le nuove categorie merceologiche -Photo Credits: giuseppedecarlo.it
Pitti Uomo, le nuove categorie merceologiche -Photo Credits: giuseppedecarlo.it

Anteprime, eventi ed appuntamenti da non perdere, riempiranno i quattro giorni durante i quali la manifestazione di riferimento per la moda maschile e il lifestyle, ospiterà i protagonisti del menswear internazionale, i brand di riferimento e i progetti più innovativi. Il percorso espositivo in Fortezza mostrerà una preview completa delle nuove collezioni uomo.

Si amplia il numero delle sezioni ma soprattutto lo sguardo si allarga a nuove categorie merceologiche scelte sulla base di precise tendenze di mercato. Grande ritorno per la sezione «I go out», dedicata al mondo dell’abbigliamento da vivere all’aria aperta, all’outdoor di ricerca. Imperdibili anche le sezioni Fantastic Classic, Futuro Maschile, Dynamic Attitude, Superstyling ed il progetto speciale S|Style sustainable style, che puntano sulla moda eco-responsabile. Imperdibili anche aree speciali dedicate al design e al mondo dei pets.

«I go out», il trend contemporaneo dell’outdoor style

Con il ritorno a Pitti Uomo di ‘I go out’, torna la passione per gli spazi aperti e gli sport legati alla natura, con una ricerca stilistica più avanzata, che confluisce in una nuova prospettiva di lifestyle. La sezione si rivolge ai migliori concept store e agli e-shop più esigenti.

Questa sezione sarà ospitata dalla Sala della Ronda, con la sua proposta trasversale di brand internazionali di abbigliamento, accessori e oggetti per la vita all’aperto, capaci di dialogare con il contesto metropolitano e la moda di ricerca. L’unione di stile e performance, funzionalità e ambizione progettuale. Oggetti che fondono filosofia environmentally friendly e una creatività che guarda al viaggio e alla fotografia. Tra i marchi già confermati ci sono: Alba Optics, Cotopaxi, Coxmoore, Ræburn, Holden, Vibram X Holubar, Nigel Cabourn X Holubar, Keen, Streim, Teva, True Tribe, Yarmouth Oilskins, Yogi.

Pittiway: il mood e le aspirazioni di oggi

Pittiway è il nuovo tema dei saloni invernali di Pitti Immagine. Risultato cromatico e dinamico, pop e street, nato dal lavoro di creativi e artisti, coordinati dal creative director Angelo Figus. Interpreta il mood e le aspirazioni di oggi, trasformandoli nel filo conduttore delle campagne pubblicitarie e degli allestimenti in Fortezza da Basso.  

Il tutto si condensa nel video firmato dal regista Leonardo Corallini e interpretato dal danzatore Giampaolo Gobbi. Agostino Poletto, direttore generale di Pitti Immagine, ha detto:

Pittiway sottolinea le tante scelte che siamo portati a valutare per uscire dal complicato ingorgo globale. In questo momento non facile, ma anche creativo, innovativo, diverso, i saloni saranno una bussola per definire nuove direzioni, ipotizzare percorsi, considerare delle scelte per poi ripartire. In Fortezza ci saranno linee, frecce, curve, inversioni su cui surfare per andare veloci. Una segnaletica a volte contraddittoria che dimostra un’inesauribile energia: la stessa che porta verso nuove direzioni, ancora tutte possibili, del futuro”. 

«The Sign» e «Pittipets», le aree speciali con contenuti e proposte per cani e gatti

«The sign» e «Pittipets», sono le vere novità. Contenuti e proposte legate al mondo del design e ai complementi, accessori e oggettistica, immaginati per cani e gatti. In collaborazione con l’agenzia di comunicazione Ghost Studio, Pitti lancia “The Sign”: una proposta altamente selezionata di brand e realtà in grado di ispirare e offrire nuovi input creativi e di business. Si tratta di una nuova area speciale dedicata agli oggetti, ai complementi di arredo e di stile più innovativi, inaspettati e indispensabili. Prima volta per Pitti nel mondo animale. Uno spazio esclusivo agli accessori e al lifestyle, pensati per gli animali che ci sono più vicini con PittiPets. Quest’area speciale verrà inserita alla Sala delle Nazioni, all’interno del percorso della sezione Superstyling, che raccoglie le collezioni di ricerca del salone.

Un’area speciale, disegnata da Ilaria Marelli, architetto e designer che ha firmato importanti allestimenti per brand lifestyle internazionali, dedicata al mondo che ruota attorno ai cani e ai gatti, andrà in scena alla Polveriera. Questo nuovo progetto espositivo, accende i riflettori su una selezione di 15 brand che con le loro creazioni stanno rivoluzionando il mondo dei pets. Pitti vuole raccontare a buyer e stampa quanto possono essere fashion guinzagli e cucce.

I luoghi scelti per la fiera firmata Pitti

La fiera inaugurerà martedì mattina nella sala della scherma in Fortezza, alla presenza del sottosegretario di Stato al Ministero degli affari esteri e della cooperazione internazionale: Giorgio Silli. Il Centro di Firenze per la Moda, con la sua presidente Antonella Mansi, e i consiglieri assieme allo staff di Pitti Immagine daranno il benvenuto a stampa e buyer con la cena di gala a Palazzo Gondi

Tra i luoghi storici di Firenze che durante la manifestazione apriranno le porte ad ospiti speciali ed eventi, ci sono anche: Palazzo Borghese, dove si terrà una cena organizzata da Brunello Cucinelli, Palazzo Corsini dove verrà presentata dal marchio Il Bisonte, la collezione di pelletteria, ma anche il Museo Marino Marini, dove Faliero Sarti e Gruppo Editoriale, l’11 gennaio terranno una festa con dj. L’11 lo stilista francese Pierre-Louis Mascia, sceglie Palazzo Antinori, che con una installazione mostrerà la sua collezione autunno inverno 2023. In scena al Palazzo Pucci, la moda gotica del creativo finlandese Jimi Vain

Pitti Uomo e i suoi ospiti speciali

Sono attesi 300 selezionati ospiti.

Nel complesso di Santa Maria Novella, il belga Jan-Jan Van Essche, designer project di questa edizione, porterà in scena nel pomeriggio dell’11 gennaio, il suo concetto di moda fluida ed essenziale. Inoltre sfilerà il 12 gennaio al Mercato del Porcellino, la guest designer, promettente stilista anglo giamaicana Martine Rose.

Mariapaola Trombetta

Seguici su Google News

Back to top button