23.4 C
Roma
Maggio 8, 2021, sabato

Juve: lo scudetto è vicinissimo

- Advertisement -

Tutta la Review della 31esima giornata di Serie A. I bianconeri ottengono un prezioso successo, tra le polemiche, contro il Milan e adesso lo scudetto è distante un solo punto. Altro passo falso del Napoli di Ancelotti già con la testa sull’Europa league. In zona Champions rallentano tutte, 3 punti soltanto per la Roma nella difficile trasferta contro la Samdoria. Punti salvezza per Cagliari, Udinese e Frosinone.

IL SABATO DI CALCIO

La 31esima di Serie A si è aperta con lo scontro delle 15 tra Parma e Torino. Termina a reti inviolate il match del Tardini, un buon risultato per i ducali che si presentavano all’incontro reduci da ben 3 sconfitte consecutive e risucchiati nelle zone basse della classifica. Dall’altra parte, invece, punti persi per i granata che fanno la partita senza, tuttavia, riuscire a sbloccare l’incontro. Occasione sprecata, dunque, per la squadra di Mazzarri in zona Europa. Toro che rimane, comunque, distante soli 3 punti dalla zona Champions league, in una corsa per l’Europa davvero appassionante.

Vittoria fondamentale nel match delle 18 per la Juventus di Massimiliano Allegri che supera di misura il Milan di Gattuso in rimonta per 2-1, in una gara piena di proteste. Milan subito vivace nei primi minuti di gioco e l’episodio che scatena il furore rossonero arriva sullo 0-0, quando Alex Sandro allarga troppo il braccio deviando il traversone di Calhanoglu: per Fabbri, dopo il consulto al Var, è solo calcio d’angolo. La squadra di Gattuso preme sull’acceleratore e si porta in vantaggio con il solito Piatek al 21esimo timbro in campionato (raggiunto Quagliarella in vetta). Grande reazione, tuttavia, della formazione di casa nella ripresa: prima Dybala conquista e trasforma il calcio di rigore, segnando quella che è la quinta rete in campionato, poi il neo-entrato Kean segna il quinto gol nelle ultime sette gare, numeri straordinari per il giovane classe 2000. Juventus, dunque, distante un solo punto dal 35scudetto, l’ottavo consecutivo. Milan, invece, in piena crisi di risultati, con un solo punto nelle ultime quattro gare.

PHOTO CREDITS: Corriere dello Sport
Il tocco di mano di Alex Sanro, fonte delle numerose polemiche rossonere.

Prezioso successo per la Roma di Ranieri che espugna il Luigi Ferraris (non accadeva dal 2013) e batte la Sampdoria per 1-0. Tre punti fondamentali per i giallorossi in astinenza di vittorie da ben 3 gare. Capitolini, dunque, che approfittano del passo falso del Milan, portandosi a -1 dalla Champions league. Decisivo il primo gol in campionato di capitan De Rossi, il secondo in stagione, considerando l’inutile calcio di rigore segnato negli ottavi contro il Porto. Seconda sconfitta consecutiva, invece per la Sampdoria che vede allontanarsi la zona europea, prosegue anche il digiuno di Fabio Quagliarella nel suo anno strepitoso: l’attaccante italiano, adesso, non segna da 3 gare.

PHOTO CREDITS: Il Romanista
L’esultanza di Daniele De Rossi dopo il gol segnato.











LA DOMENICA DI CALCIO

Clamoroso stop per la Fiorentina al Franchi contro il Frosinone nel match delle 12,30. La Viola esce battuta, stesa dal secondo gol consecutivo di Daniel Ciofani, a segno anche nella vittoria ciociara contro il Parma. La squadra di Pioli conferma una grande incostanza e mancanza di continuità e rischia, nelle prossime gare, di non avere più ambizioni, in una posizione di centro classifica che ha ormai spento le ultime ambizioni europee della formazione toscana. Il Frosinone ha invece brillato nelle ultime due gare e la salvezza, distante ora soli 5 punti, non è più un’utopia.

Doppio scontro salvezza nelle due gare delle 15: Cagliari-Spal e Udinese-Empoli. Grande vittoria per i sardi che superano la Spal per 2-1. La squadra di Maran, conferma i ritmi europei delle ultime gare e con 3 vittorie negli ultimi 4 incontri, è adesso a +9 sulla zona salvezza. Dopo il vantaggio con Faragò e il pareggio ferrarese su rigore di Antenucci, è l’11esimo gol in campionato del solito Pavoletti, ovviamente di testa, a regalare i tre punti ai rossoblù.

Si conferma positivo il ritorno di Igor Tudor sulla panchina dell’Udinese, l’allenatore croato, richiamato in panchina dopo aver portato i bianconeri alla salvezza nell’anno passato, rimane imbattuto, con 2 vittorie e 1 pareggio. Prezioso successo per i friulani nello scontro salvezza contro l’Empoli. I toscani si portano in vantaggio per due volte con i gol di Caputo prima e Krunic dopo, ma vengono riacciuffati dalla fantastica doppietta di uno scatenato De Paul. A decidere l’incontro è Rolando Mandragora, al terzo gol in campionato e rinvigorito dalla cura Tudor. I bianconeri agganciano la Spal a +5 sulla salvezza. Rimane nel baratro, invece, l’Empoli, che in questa giornata potrebbe, anche, subire il sorpasso del Bologna.

PHOTO CREDITS: UdineToday
La cura Igor Tudor per l’Udinese

Match dal sapore europeo, invece, alle 18 con Inter-Atalanta e Lazio-Sassuolo. A San Siro termina a reti inviolate un incontro che, invece, negli ultimi anni ha regalato sempre tanti gol. Risultato che, tuttavia, non conferma quanto visto in campo, con le due squadre che si sono date battaglia per tutta la partita, mantenendo un elevato livello di gioco per tutti i 90′. La formazione di Spalletti rimane in salda zona Champions al terzo posto, in evidente crescita nelle ultime gare. Continua il sogno atalantino con l’aggancio al Milan al quarto posto, per una squadra che non vuole assolutamente smettere di sognare e stupire.

Sciupona la Lazio all’Olimpico contro il Sassuolo. I biancocelesti, dopo aver perso contro la Spal nel turno infrasettimanale, rischiano di perdere, acciuffando il pareggio nei minuti di recupero. Accade tutto nel secondo tempo: dopo il vantaggio con Ciro Immobile su calcio di rigore, immediato il pareggio di Rogerìo. Lazio che prova a sfondare, con il Sassuolo pericoloso in contropiede e bravo a portarsi in vantaggio con il neo-entrato Berardi. Allo scadere arriva, però il gol di Lulic ad evitare la seconda sconfitta consecutiva. Occasione sprecata per la formazione di Simone Inzaghi che resta comunque in corsa per la Champions con una partita da recuperare contro l’Udinese. Pur senza particolari ambizioni di classifica, grande prova per il ritrovato Sassuolo di De Zerbi.

I POSTICIPI

Seconda gara senza vittorie per il Napoli che avvicina lo scudetto juventino. La squadra di Ancelotti si conferma scarica, non riuscendo a vincere, nonostante la superiorità numerica per più di un’ora di gioco a causa dell’espulsione di Sturaro. Al vantaggio di Mertens, replica Lazovìc, tutto nel primo tempo. Azzurri senza più nulla da chiedere al loro campionato, con un secondo posto relativamente blindato, i partenopei appaiono già con la testa alla delicatissima trasferta londinese di Giovedì per i quarti di Europa league contro l’Arsenal. Il Genoa, invece, si porta a +7 sul Bologna terz’ultimo.

PHOTO CREDITS: La Republica
Mertens, a segno nel match di ieri contro il Genoa

Stasera altro match fondamentale in zona salvezza tra il Bologna di Sinisa Mihajlovìc e il Chievo, ormai quasi matematicamente retrocesso.

.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

- Advertisement -
- Advertisement -

Continua a leggere

- Advertisement -

Ultime News

- Advertisement -