Kiev, la CNN ha geolocalizzato carri armati russi ad Ovest della capitale

Foto dell'autore

Di Redazione Metropolitan

La CNN (Cable News Network), famosa emittente televisiva statunitense, ha geolocalizzato carri armati russi ad Ovest di Kiev. A riportarlo è Ansa. Il video di 17 secondi sarebbe stato filmato da un residente direttamente da un condominio del distretto di Irpin, dove proprio ieri una famiglia è stata vittima di un bombardamento. Nella clip si identificano chiaramente almeno cinque carri armati equipaggiati diretti verso altri condomini della zona residenziale.

I carri armati russi sabotano l’evacuazione della popolazione civile tramite i corridoi umanitari a Kiev

Nonostante gli accordi, la Russia prosegue con i bombardamenti e l’avanzata dei carri armati. Durante la giornata di sabato, infatti, sono esplosi dei colpi di mortaio nel piccolo centro abitato di Irpin, localizzato a nordovest della capitale ucraina. Ieri, cercando di fermare l’avanzata dei carri armati russi, le forze armate ucraine hanno fatto esplodere un ponte sul fiume Bucha.

Centinaia di civili ucraini, rimanendo confinati a Kiev hanno tentato di superare il ponte tra le macerie che ne rimanevano, con l’aiuto di alcuni soldati ucraini. Proprio in quel momento è iniziato il bombardamento dei mortai russi che hanno colpito dapprima in direzione del ponte e successivamente colpendo anche un incrocio stradale privo di alcuna protezione. Il colpo del mortaio ha portato via la vita a tre civili, una famiglia in fuga dalla guerra. Madre, figlio e figlia hanno perso la vita, mentre il padre è gravemente ferito.

La preoccupazione ucraina sull’avanzata russa nella capitale

L’Ucraina reagisce con un forte sdegno, incolpando alle forze armate russe di colpire proprio le vie di evacuazione dalla capitale, incuranti delle vittime civili che tale azione sta comportando. Un altro esempio è dato dal binario ferroviario preso di mira dall’armata russa che doveva essere destinato alla fuga dei civili ucraini da Kiev. Le parole forti via Twitter del ministro degli esteri ucraino Dmytro Kuleba riassumono la tragedia che si sta consumando:

“L’aggressione russa è diversa da tutte le altre guerre di questo secolo. La scala e l’ideologia disumana dietro di essa ricordano la Seconda Guerra Mondiale. Le azioni per contrastarla devono essere rilevanti. Sanzioni più severe sulla Russia; più armi, compresi aerei da combattimento e difesa aerea per l’Ucraina.”

Nel mentre, l’agenzia di stampa Belta ufficializza che un nuovo colloquio tra Ucraina e Russia in Bielorussia è appena iniziato.

Camilla Tecchio

Seguici su Instagram