Moda

La moda mal raccontata nella serie tv su Halston

La moda parigina è certo una delle più affascinanti. Lo stile che hanno i parigini nel vestirsi, soprattutto le donne, è così unico, così elegante. Sanno essere sempre eleganti senza strafare. Lo stile francese è stato portato in molte pellicole cinematografiche ma anche nel piccolo schermo. Così come la moda in generale: non sempre però quello che guardiamo ci piace, perché capita delle volte, e gli intenditori di moda e di tv se ne accorgono, che in realtà un film o una serie che dovrebbe essere fondata su quel tema, in realtà mette in risalto altro.

La moda in tv: tutti ne parlano ma nessuno la esalta

Chi di recente ha visto Emily in Paris certamente saprà che la serie ha come tema centrale la moda, ma in realtà non è la moda ad essere protagonista: ciò che alla fine cattura chi guarda è la storia d’amore.

Eppure di lavori di questo genere ce ne sono tanti: Ugly Betty, Sex and The City, Gossip Girl, Pretty Little Liars. Tutte ne parlano ma nessuno la esalta. Un errore di questo tipo è stato commesso, secondo Rivista Studio, da Ryan Murphy nella sua ultima mini serie per Netflix, Halston, basata sulla vita dello stilista Halston. Secondo la rivista, la serie non riesce a restituire al pubblico la complessità della vicenda professionale dello stilista. Nemmeno alla sua famiglia la serie tv è piaciuta perché si concentra molto sulla vita privata e poco sulla sua creatività. Insomma, come detto sopra, anche in questo caso una serie tv che racconta la storia di uno dei grandi della moda, si concentra su tutto tranne che a mettere in risalto la parte più importante: la creazione.

La serie tv sullo stilista Halston interpretato da McGregor

La serie tv è uscita il 14 marzo su Netflix ed è un adattamento della biografia sullo stilista Roy Halston, Simply Halston, di Steven Gaines. Ad interpretare lo stilista americano è Ewan McGregor, impegnato ad interpretare un personaggio piuttosto complicato che ha conosciuto la popolarità ma non è riuscito a destreggiarsi al meglio tra vita privata, soldi e carriera, sbagliando alcune mosse che sono risultate fatali per l’impero che era riuscito a creare. Nei 5 episodi ci verrà infatti mostrato entrambi i lati della medaglia che ha conosciuto: i benefici derivanti dal successo, con una vita da protagonista, amico di donne importanti come Liza Minelli, e i sacrifici che ha dovuto fare per mantenerlo (forse troppo pochi). Dal successo del cappello indossato da Jaqueline Kennedy, quando entrarono alla casa bianca, disegnato, creato e firmato da lui, allora ancora poco conosciuto, alla perdita del suo impero.

Back to top button