Cinema

Nicolas Cage, i ruoli che lo hanno portato al successo

Nicholas Cage, attore di grande notorietà, è nato in California il 7 gennaio 1964, compie infatti oggi 59 anni. È figlio di August Coppola, fratello del famoso Francis Ford Coppola, e di una celebre ballerina e coreografa. Viene ispirato dal personaggio della Marvel, Cage, e decide così di usare il suo cognome come pseudonimo. Ripercorriamo insieme alcuni ruoli di Nicolas Cage che lo hanno portato al successo cinematografico.

I ruoli che hanno portato Nicolas Cage al successo, tra questi Face Off

Pellicola del 1997 divenuta un successo ritrasmesso ancora oggi. Sean, agente dell’FBI interpretato da John Travolta, è acerrimo nemico di Castor Troy, malvivente e terrorista con il volto di Nicolas Cage che gli ha ucciso il figlio anni prima. Castor architetta un piano diabolico in cui crea una bomba batteriologica per distruggere la città. Intercettato da Sean, durante una sparatoria fra i due, Castor viene ferito e finisce in coma. Sean grazie ad un intervento chirurgico può prendere le fattezze di Castor per estorcere informazioni sulla bomba e il suo collocamento. Castor a sua volta, al suo risveglio dal coma, viene a conoscenza del piano escogitato dall’agente e prende così anche lui le sembianze del suo nemico. Veste così i panni del poliziotto buono, si insinua nella famiglia dell’avversario e disattiva la bomba per diventare un eroe.

Sean nel frattempo rinchiuso in carcere riesce a scappare e ad avvertire la moglie di quello che sta accadendo. Sean si insinua con le sue nuove sembianze nella banda di Castor, mentre il suo nemico con il suo nuovo ruolo, riesce ad uccidere il capo della polizia. Il film scorre tra molti colpi di scena e scorribande fino a che i due protagonisti si trovano in un faccia a faccia finale piano di suspence.  Durante una sparatoria Castor sequestra la famiglia di Sean che lo insegue. L’agente riesce finalmente a uccidere l’impostore e portato in clinica a riavere il suo aspetto di prima. Thriller d’azione di grande successo che suggella Cage in un ruolo di difficile interpretazione con continui cambi di personalità.

City of Angeles, anche gli angeli si innamorano

Nicolas Cage i ruoli di successo
Cityof Angels

Nicolas Cage nel film del 1998 interpreta l’angelo Seth che veglia sulla dottoressa Maggie Rice (ruolo affidato a Meg Ryan). Quando la famosa cardiologa perde improvvisamente un suo paziente va in crisi e viene soccorsa spiritualmente dal suo angelo. Seth è un angelo che può essere visto solo da chi sta per morire, ma inspiegabilmente Maggie ne avverte la presenza. Seth finisce per innamorarsi di Maggie e cresce in lui la voglia di essere un umano per stare così vicino alla dottoressa. Decide di farsi vedere da lei e il sentimento fra i due cresce sempre di più. Incontra in ospedale un ex angelo, divenuto essere umano per sua volontà, che spiega al nostro protagonista di aver effettuato il “salto” ovvero di essersi buttato nel vuoto e aver compiuto così la trasformazione.

Seth si riunisce con gli altri angeli come sempre nella spiaggia al tramonto e decide di buttarsi nel vuoto e abbandonare così la sua vita ultraterrena. Si lascia cadere così da un ponteggio e si risveglia umano la mattina seguente. Si riunisce finalmente con Maggie ma i due potranno stare insieme una notte soltanto. La mattina dopo Maggie sarà investita da un camion mentre andrà a fare la spesa. Muore sul colpo senza che Seth possa fare nulla per accompagnarla. L’ex angelo impererà ad amare la vita anche senza la sua compagna e vivrà una vita ugualmente profonda che meriti di essere vissuta.  Un personaggio di difficile interpretazione Cage si districa in un ruolo che passa da essere ultraterreno a umano con vere e proprie nuove emozioni che dovrà affrontare come il dolore e la felicità, sensazioni che non aveva mai provato.

Nicolas Cage deve scegliere fra carriera e famiglia in The family man

Film del 2000 narra la storia di due giovani ai tempi dell’università, Jack e Kate,  fidanzati e molto innamorati. Lui  decide poi di trasferirsi in Europa per una borsa di studio. Tredici anni dopo è il ricco uomo d’affari jack Campbell interpretato da Nicolas Cage, solitario, scapolo d’oro, a cui non importa di niente e nessuno. Si dedica solo agli affari e la bella vita. Per lui non esistono festività, natali o Capodanno. Il lavoro prima di tutto. E’ la sera della vigilia di Natale, sta nevicando, e l’affarista si reca in un negozietto di alimentari.

Scorge un ragazzo di colore che minaccia con la pistola il cassiere e lo salva dal compiere l’insano gesto. Il ragazzo non è però chi sembra che sia e allontanandosi dice a Jackricorda che lo hai voluto tu”. L’uomo va a casa, come sempre da solo, per trascorrere poi il Natale con un suo cliente a parlare di affari. Il destino gli giocherà però uno strano scherzo. Il mattino dopo infatti si risveglierà accanto alla sua fidanzatina Kate, ormai donna, in una casa che non è più la sua e con tre figli a cui badare. Scioccato corre via per recarsi in ufficio ma nessuno lo riconosce. Sconsolato torna a casa da Kate entrando nei panni del padre indaffarato a badare alla moglie e ai figli. Il suo lavoro sarà molto diverso, si occuperà infatti del ricambio gomme in un magazzino.

Come sarebbe andata se

Proprio qui però incontra Peter Lassiter, uomo di successo, e mostrandogli le sue capacità, riuscirà così a riottenere il suo lavoro. Jack dapprima si troverà spiazzato ed incapace a gestire la sua nuova vita con moglie e figli, ma piano piano si scoprirà da sempre innamorato di Kate e dei suoi figli.

Il suo tempo per osservare “come sarebbe andata se” però scade e Jack si ritrova nella sua vita precedente completamente solo. Decide così di ritrovare Kate che però è in partenza per un nuovo lavoro a Parigi. L’uomo non si da pace, si reca all’aeroporto e in un discorso delirante in cui le racconta che avranno una vita magnifica insieme con i loro figli, Kate decide di rimanere con Jack. Cult degli anni duemila riproposto ogni Natale alla tv, rimane un ruolo chiave interpretato da Nicolas Cage che ci fa ben sperare in un lieto fine.

USS Indianapolis, la catastrofe in alto mare

Il film del 2016 è ambientato nel 1945, negli ultimi colpi di coda della Seconda Guerra Mondiale. L’incrociatore pesante USS Indianapolis, la prima fra le potenze belliche amicane, è capitanata dal comandante McVay (interpretato da Nicolas Cage) e trasporta in gran segreto una delle due bombe atomiche che sarebbe stata utilizzata per bombardare Hiroshima e mettere fine al conflitto. La nave, molto veloce, mentre navigava nel mare delle Filippine e dopo aver scaricato il carico, viene colpita e affondata da un sottomarino giapponese. Fu una catastrofe. Più di trecento uomini muoiono in fondo al mare durante l’attacco e circa 800 rimangono in balia delle onde senza cibo e acqua.

Il comandante Mcvay si trova a far fronte a una situazione disastrosa. Essendo una missione segreta e senza scorta, viene ignorato il mayday. La maggior parte dell’equipaggio muore per disidratazione o mangiata dagli squali. Dopo 5 giorni di agonia vengono messi in salvo grazie a un aereo che li individua. Sopravvivono poco più di 300 uomini. La marina accusa McVay dell’accaduto. A termine processo l’uomo però viene assolto, ma il peso schiacciante di ciò che era successo lo perseguiterà fino a portarlo al suicidio. Si sparerà un colpo alla testa per il troppo dolore. Ruolo egregiamente sostenuto da Cage che dimostra la sua abilità anche in ruoli tragici e psicologici.

Il talento di Mr C. dove Nicolas Cage interpreta se stesso

Film del 2022 dove Cage interpreta se stesso. La trama ci racconta dell’attore in difficoltà con la sua carriera e con la famiglia che ha sempre messo da parte per diventare un attore di successo. Inaspettatamente gli viene offerto un milione di dollari per essere ospite d’onore al compleanno di un miliardario chiamato Javi. Quest’ultimo dissuaderà Cage per girare insieme un film nuovo. Successivamente l’attore viene contattato dalla Cia e ingaggiato a scoprire se Javi fosse in realtà un criminale invischiato nel rapimento della figlia di un noto politico.

Accetta così di collaborare alla realizzazione del film ma presto Javi scoprirà il complotto. I due si scontreranno ma alla fine insieme scopriranno il mandante del rapimento e l’attore ucciderà il vero malvivente. La pellicola si chiude con il completamento del film interpretato dai due ed il ritorno alla ribalta di Cage. Interpretare se stessi non è mai facile ma il ruolo viene sostenuto in maniera eccellente dall’attore.

Aspettiamo di vederlo nel nuovo film western The Old Way che uscirà quest’anno.

Seguici su Google News

Back to top button